LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«Rossi e company tentano il riscatto con il nostro territorio, ma è tardi»

“De Pasquale non merita più di fare il Sindaco di Carrara, perché oggi più che mai, non è possibile sollevare questioni importanti come la sanità, avendo una visione campalinistica del territorio”. Così il forzista Stefano Benedetti, anche presidente del consiglio di Massa, interviene in merito al botta e risposta intercorso tra il sindaco di Carrara, Francesco De Pasquale, e il sindaco di Massa, Francesco Persiani. Tema della discussione, la sanità locale.
“Il Noa – scrive Benedetti – è l’ospedale della Provincia di Massa Carrara e il sito all’epoca fu scelto dai Sindaci di Massa, Carrara e Montignoso, quindi ogni allusione ad ipotetici favori da parte della Regione nei confronti di Massa, è da considerarsi pura propaganda politica e strumentale. La cosa, invece, davvero contestabile, è l’improvviso interessamento da parte del Presidente Enrico Rossi e del centrosinistra per la sanità locale, con un evidente estremo tentativo di recuperare tanti anni di malasanità in cui non sono mai state fornite risposte concrete alle varie problematiche, come le liste di attesa, che la Regione, attraverso la De Lauretis, aveva promesso di abbattere già diversi anni fa.
La risposta a questo problema non può essere data solo con il recupero della risonanza magnetica rimasta abbandona nel vecchio ospedale di Massa, ma è necessario mettere in campo un progetto che il centrodestra porterà avanti in questa campagna elettorale e quindi, assunzione di nuovo personale medico ed infermieristico, lo stop definitivo Dell’ intramoenia, visite ed esami nei giorni festivi e fino almeno alle ore 22.00, realizzazione della Casa della salute e di cliniche e strutture sanitarie private convenzionate con L’ Asl. Un lavoro molto impegnativo, ma indispensabile per eliminare i disagi che i cittadini subiscono con gli attuali lunghi tempi di attesa.
Oggi Rossi e company tentano di riscattarsi con il nostro territorio, ma ormai è troppo tardi ed a tempo scaduto e gli elettori con il proprio voto potranno dimostrare che è venuto il momento di cambiare. E che dire delle 88 morti sospette per causa di un batterio intestinale, indagine ancora in corso da parte della Procura e per la quale molto probabilmente saranno riesumate diverse salme? Non possiamo dimenticare neanche il buco milionario che ha portato in dissesto i bilanci Asl e favorito la logica dei tagli verticali che hanno causato una infinità di problemi agli utenti. Per ultima, non posso omettere di ricordare lo scandalo dei dipendenti Cup che rischiano seriamente di restare a casa e per i quali la Regione non ha ancora trovato una soluzione concreta.
Per questi motivi, questa mattina, anche se provocatoriamente, ho installato dei cartelli all’ingresso della città con su scritto “ Massa Comune Derossizzato”, nel senso che di Enrico Rossi ne abbiamo abbastanza e l’augurio è che alle prossime elezioni regionali i signori del centrosinistra, compreso il Consigliere Giacomo Bugliani, vengano spediti a casa”.