Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Foibe, Rifondazione a Benedetti e Baruzzo: «L’Anpi non nega nulla»

«Pretestuoso e infelice l'attacco a Nando Sanguinetti da parte di questi due personaggi»

Il coordinamento comunale di Rifondazione comunista risponde all’attacco del presidente del Consiglio comunale di Massa Stefano Benedetti e di Lorenzo Baruzzo di Fratelli d’Italia al partigiano Nando Sanguinetti: “L’Anpi non intende negare niente, ma la storia non si cambia.” Un’uscita “infelice e pretestuosa” secondo il coordinatore comunale Piero Marchini, il segretario del circolo Alfio Maggiani di Marina Marco Alibani e l’ex consigliere Massimo Menconi. “Tutte le guerre sono crudeli, ingiuste e portano con sé dolori. Tuttavia, non si può tacere dinnanzi ai figuri che in tutta Italia fanno affermazioni tese non a pacificare le parti, come sostengono ma continuare come nel passato a seminare odio e rancore. Chiediamo loro chi ha scatenato odio e guerra nei Balcani, chi ha detto che un italiano vale cinque slavi, fatto stragi di vecchi e bambini. messo in moto il lager della riserva di San Saba a Trieste se non Mussolini? Pensiamo che non ci sia bisogno di continuare a seminare odio approfittando della libertà che partigiani slavi e italiani ci hanno restituito. Nostro dovere è intervenire per contrastare coloro che dicono cose contrarie alla storia e alla democrazia: perciò ringraziamo l’Anpi e Nando.” Rifondazione osserva “che questi tentativi di falsificazione della Storia sono diventati troppo frequenti per essere una coincidenza, come il tentativo del Parlamento Europeo di equiparare fascismo e comunismo con la risoluzione avallata anche da PD e Cinque stelle.”