LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Dimissioni Fioramonti, Ricciardi: «Non lo capisco, ora governo più debole»

Il deputato del M5s commenta la decisioni dell'ormai ex ministro dell'Istruzione: «Perdiamo una risorsa importante, ma nessuno è indispensabile»

«Ho sempre apprezzato il lavoro di Lorenzo Fioramonti, da sottosegretario e da ministro. Proprio per questo non capisco questa scelta». Inizia così il pensiero del deputato massese e vicecapogruppo del Movimento 5 Stelle, Riccardo Ricciardi, sulle dimissioni del ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti. Scelta maturata, come ha fatto sapere l’ormai ex ministro, in seguito al non accoglimento da parte del governo in legge di bilancio di fondi sufficienti per la scuola.

«Il governo Conte – ha scritto Ricciardi su Facebook – ha fatto un mezzo miracolo con questa manovra; un governo nato a settembre come tutti sappiamo. Così si compie un gesto che lo indebolisce, un atto di cui nessuno aveva bisogno, anche perché perdiamo una risorsa importante come Fioramonti».

«Avrei preferito – ha concluso il deputato grillino – sentir rivendicare con orgoglio il decreto Scuola portato avanti dal suo ministero; un decreto che tanto bene farà al settore. Sono certo però che la persona che lo sostituirà sarà all’altezza del compito: nel Movimento tutti siamo importanti, nessuno è indispensabile».