Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Sanac, Arcelor Mittal investirà 8 milioni di euro

L'ha fatto sapere il governo rispondendo all'interrogazione del deputato Cosimo Ferri: «Continuerò a vigilare affinché i tempi promessi siano rispettati»

Più informazioni su

«Mercoledì scorso, in Commissione Attività Produttive, Commercio e Turismo della Camera ho replicato alla risposta del Governo alle mie due precedenti interrogazioni al Ministro dello sviluppo economico e al Ministro del lavoro e delle politiche sociali sullo stato dell’acquisizione da parte di Arcelor Mittal di Sanac, azienda di Massa in amministrazione straordinaria dal marzo 2015, dopo i noti problemi della controllante Ilva Spa e del gruppo Riva di cui faceva parte». Lo fa sapere il deputato del Pd, Cosimo Ferri, che torna a parlare di Sanac e annuncia che Arcelor Mittal investirà nel gruppo di cui fa parte l’azienda massese 8 milioni di euro.

«Il 12 marzo 2019 – ha detto Ferri – i commissari straordinari sono stati autorizzati ad accettare l’offerta di Arcelor Mittal. Tra le due interrogazioni e la risposta del Governo con mia contestuale replica c’è stato un incontro, a cui ho partecipato, il 4 Aprile 2019 al Ministero dello sviluppo economico richiesto dalle Segreterie Nazionali e Territoriali insieme al Coordinamento delle Rsu del Gruppo Sanac con i responsabili aziendali e i vertici della struttura commissariale per l’esame dello stato di avanzamento della procedura di cessione. A seguito dell’incontro, in vista del passaggio definitivo di Sanac ad Arcelor Mittal a settembre, ritengo che sia assolutamente necessario che il Governo continui a vigilare sull’operazione di acquisto. Il piano industriale e quello degli investimenti saranno presentati prima di settembre, in occasione dell’incontro del 4 aprile ho chiesto a quanto ammontassero gli investimenti che Arcelor Mittal avrebbe stanziato per la Sanac. Nella replica di mercoledì scorso il Governo ha quantificato la cifra d’investimento in 8 milioni di euro per il primo biennio da parte di Arcelor Mittal, affermando che la sottoscrizione del contratto di vendita è previsto per la prima settimana di maggio 2019. Il Governo ha affermato che il Mise conferma l’intenzione di pervenire alla conclusione dell’intero processo di vendita entro il prossimo mese di settembre».

«Continuerò a vigilare – conclude il deputato – affinché i tempi promessi siano rispettati, che vi siano adeguate garanzie nel piano industriale dell’azienda compratrice per il rilancio dello stabilimento di Massa, che è strategico per il nostro territorio, anche perché è l’unico gruppo dove si lavorano tre diversi materiali. Occorre non abbassare la guardia, tenendo conto delle richieste sindacali relative alla stabilizzazione del personale precario, guardando prima di tutto all’interesse e alla tutela dei lavoratori, garantendo così anche la continuità aziendale».

Più informazioni su