Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Basta speculazioni politiche sulle persone fragili come Umberto»

L'assessore al sociale di Carrara, Galleni risponde alla consigliera del Pd Crudeli: «Ci siamo attenuti alle valutazioni dell'Asl che lo segue da 15 anni»

L’assessore ai servizi sociali di Carrara Anna Lucia Galleni torna sulla vicenda di Umberto, il clochard preso a calci da un residente di via Roma. Galleni interviene per fare chiarezza su una situazione molto delicata che evidentemente in questi giorni è stata oggetto di quella che definisce una «speculazione politica». E in particolare si riferisce ad alcune dichiarazioni della consigliera del Pd, Roberta Crudeli, in cui chiedeva all’assessore se fosse stata «aperta la procedura per chiedere un amministratore di sostegno».

Anna Galleni

«Umberto è seguito dall’Azienda Sanitaria Locale dal 2003 e precisamente dal 2007 è in carico a un settore sanitario più che competente sia per esprimere una diagnosi sulla sua capacità di autodeterminarsi sia per prendere le conseguenti misure. Solo nel 2017, il Comune di Carrara, è intervenuto marginalmente come membro del gruppo interdisciplinare che segue il caso. Nel rispetto dei ruoli e delle professionalità attivate da Asl ci siamo dunque attenuti alle valutazioni fatte da chi – l’azienda sanitaria appunto – lo segue da oltre 15 anni. Questo non significa scaricare le responsabilità ma piuttosto fare lavoro di squadra riconoscendo funzioni e competenze» ha dichiarato l’assessore ai Servizi Sociali.

«Sono certa che la consigliera Roberta Crudeli, esponente politica di lungo corso che ben conosce le attribuzioni dell’azienda sanitaria, ben sappia quali sono gli iter, le valutazioni ed i processi di presa in carico di un caso come questo e di conseguenza sappia perfettamente che le domande poste a mezzo stampa alla sottoscritta dovrebbe piuttosto rivolgerle al suddetto ente, peraltro a lei ben noto. Per questi motivi ritengo che le uscite della consigliera abbiano poco a che fare con la volontà di tutelare Umberto ma si traducano in una mera speculazione politica» ha concluso Anna Lucia Galleni auspicando che, una volta per tutte, persone con un vissuto così delicato e fragile vengano tenute al riparo da strumentalizzazioni di questo tipo.