Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

«Volpi diserta i Consigli comunali. Irresponsabile, si dimetta»

Gli ex-consiglieri comunali Ofretti e Casotti: «Quando era sindaco convocava i consigli anche il 31 dicembre e ci chiamava irresponsabili se non partecipavamo»

Più informazioni su

“C’era una volta un sindaco, di sinistra, che quando era in carica convocava i consigli comunali a tutte le ore del giorno, della notte e anche il 31 dicembre, durante il cenone di fine anno, e che chiamava i consiglieri che non partecipavano “irresponsabili”. Oggi, che non è più sindaco, ma consigliere, non ha mai partecipato a nessun consiglio comunale, mettendo in grande difficoltà il suo partito, il Pd, che di fatto si trova all’opposizione con un uomo in meno e venendo meno ai suoi doveri di consigliere eletto da un gruppo di cittadini che forse in lui avevano riposto delle aspettative e che forse vorrebbero che desse voce ai loro problemi. Chi è l’irresponsabile oggi?”.

A parlare sono due ex consiglieri comunali, Giacarlo Casotti e Andrea Ofretti, che hanno atteso sei mesi per dire la loro sul caso Volpi, ex sindaco di Massa che, da quando ha perso le elezioni, non si è mai recato una volta in consiglio, ma non si è mai dimesso dall’incarico di consigliere.

“Ci chiamò irresponsabili- dicono Casotti e Ofretti- ci fece passare per quelli che impedirono il regolare svolgimento delle sedute, bloccando importanti atti da approvare. Lui invece oggi non parla con nessuno, non sa cosa accade e se lo sa non se ne interessa, decide per sé, e mette in difficoltà l’opposizione e il Pd, che ci stupiamo non sia ancora intervenuto”.

“Abbiamo letto- continuano i due- che sta valutando il da farsi, ma sono passati sei mesi. Ha amministrato dieci anni, da assessore e da sindaco, e ancora non sente in grado di fare una scelta politica? L’attività di consigliere, è ovvio, non gli interessa. Allora faccia un passo indietro e permetta a chi ha ancora voglia di fare politica e di impegnarsi di farlo apertamente. Si dimetta, perché oggi è lui l’irresponsabile”.

Più informazioni su