Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Malpezzi (Pd): «Bottici mi ha messo le mani addosso». La senatrice M5s: «Nessuna aggressione»

Alta tensione sabato sera in Senato per l'approvazione della manovra economica. La parlamentare carrarese: «Sono intervenuta come questore per fare scudo al governo»

Più informazioni su

Alta tensione ieri sera, sabato, in Senato per l’approvazione della manovra economica. «Il questore M5s, Laura Bottici, mi ha messo le mani addosso». È la denuncia della senatrice del Pd, Simona Malpezzi, lanciata nel corso del suo intervento nell’aula di Palazzo Madama. Secondo la parlamentare del Pd, la senatrice carrarese del Movimento 5 Stelle le avrebbe «messo le mani addosso, quando stavo solo consegnando dei fogli».

Il fotogramma in cui la senatrice Bottici (vestita in bianco) allontana dai banchi del governo la Malpezzi (vestita in rosso)

Come si vede nel video allegato, le due senatrici sono arrivate al contatto fisico durante la protesta dei senatori Pd impegnati a lanciare i fogli contenenti i testi del maxiemendamento sui banchi del governo. A quel punto la senatrice Bottici si è avvicinata alla Malpezzi e l’ha toccata come per allontanarla dai banchi del governo. A quel punto la Malpezzi ha urlato alla Bottici «tu non mi toccare!».

L’episodio ha gettato ulteriore benzina sul fuoco in un clima già di per sé caldo. Dai banchi del Pd, infatti, dopo un intervento del capogruppo Andrea Marcucci, si sono levate grida verso la presidente Casellati perché sospendesse la seduta.

Sulla questione è intervenuto anche il deputato del Pd Cosimo Ferri. «Piena solidarietà – ha scritto Ferri – alla senatrice Simona Malpezzi, vittima di un comportamento violento da parte della senatrice M5s Bottici, peraltro reso ancor più grave dal ruolo istituzionale di questore del Senato da lei ricoperto. Le scuse non ancora giunte dalla senatrice Bottici purtroppo non riusciranno a cancellare una brutta pagina che certamente non è di buon esempio per i nostri concittadini. Si scusi la senatrice con la collega ma anche con il Paese. Il fatto che questo gesto giunga in un momento in cui i presidi democratici per la discussione parlamentare del bilancio sono stati ridotti ai minimi termini rende la situazione inquietante. L’opposizione ha il diritto di esprimersi e pur nelle diversità delle posizioni il confronto deve essere sempre franco e corretto. Il prossimo passo quale sarà? Questo non è il cambiamento che gli italiani si aspettavano, penso che in molti se ne stiano accorgendo».

A stretto giro la replica della senatrice Bottici: «Io non ho aggredito nessuno – ha detto alla Voce Apuana – il gruppo del Pd si è lanciato verso i banchi del governo lanciando fogli e pezzi di legge di bilancio, io sono intervenuta come questore per fare scudo al governo».

Più informazioni su