Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Stadio, niente convenzione con la Carrarese: la concessione andrà a gara

L'assessore Raggi in Consiglio comunale chiarisce che il cronoprogramma dei prossimi lavori seguirà al progetto. Si torna a parlare del caso Con-Vivere

Più informazioni su

Caso Con-Vivere, il consigliere Luca Barattini (Pd) torna a battere sull’assenza del dirigente Guirardo Vitale in commissione controllo e garanzia; all’attenzione del consiglio comunale di martedì 18 dicembre è tornato anche il tema dello stadio, dove la concessione andrà a bando e il cronoprogramma dei prossimi lavori va ancora definito. Ricordiamo che già nel Consiglio di martedì 27 novembre Barattini aveva lamentato come Vitale non si fosse mai presentato in commissione per comunicare la necessità di un permesso in deroga del sindaco. “Attendiamo risposta da più di 20 giorni,” ha ricordato Barattini. Il presidente del Consiglio Michele Palma ha affermato di aver convocato il dirigente al cospetto segretario generale.

Quanto allo stadio “dei Marmi”, il consigliere democratico Cristiano Bottici ha chiesto se l’idea di un affidamento diretto della concessione alla Carrarese, dapprima abbracciata all’unanimità da Cinque stelle e minoranza, fosse stata accantonata. “A seguito di approfondimenti fatti con gli uffici legali abbiamo verificato che non è più possibile fare convenzioni con affidamenti diretti – ha risposto l’assessore allo sport Alessandro Trivelli – sulla base delle ultime circolari dell’Autorità nazionale anticorruzione.” Bottici si è detto preoccupato da questo cambiamento d’indirizzo: “Non so a quando risalgono queste circolari, ma un bando sarebbe rischioso.”

A seguito della riapertura dei due settori dello stadio, Bottici ha domandato se fosse già previsto il cronoprogramma delle opere dettate dalle nuove prescrizioni in sede di sopralluogo di collaudo. Il Comune ha la disponibilità economica per rimanere nelle tempistiche dei 60 giorni oppure ci sarà la necessità di andare a gara? “Le opere, che riguardano le separazioni in metallo dei settori, saranno oggetto di una progettazione – ha replicato l’assessore ai lavori pubblici Andrea Raggi – quando vedremo se l’importo supera o meno la soglia di legge dei 40mila euro sapremo se andare a gara. Se così fosse chiederemmo una proroga alle autorità competenti.”

Nel frattempo la Carrarese si è assunta l’onere economico dell’uscita di sicurezza realizzato nella curva Sud. “Il progetto del Comune avrebbe seguito un iter molto più lungo – ha osservato Bottici – di quello presentato dalla società. Cos’è cambiato dal punto di vista procedurale?” Raggi ha smentito: “La soluzione in carpenteria metallica è stata comunque realizzata da tecnici del Comune. Il progetto originale avrebbe previsto un’opera in cemento armato all’interno dello stadio, con tempi tecnici più lunghi.” Interrogato sulla manutenzione del campo sintetico di Fossone, Raggi ha aggiunto: “Non abbiamo alcuna segnalazione relativa a quel campo, pertanto non ci occuperemo della manutenzione ordinaria.”

Più informazioni su