Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«I grillini non partecipano alle provinciali ma a votare sono andati in 6 tra Massa e Carrara»

Andrea Cella (Lega): «Un'anomalia molto forte rispetto quanto dichiarato nei giorni precedenti dal Movimento 5 Stelle»

L’elezione del nuovo Consiglio provinciale vede l’entrata all’interno di Palazzo Ducale di ben quattro consiglieri del centro-destra che raddoppia la sua presenza e il dimezzamento della compagine di centrosinistra del presidente Gianni Lorenzetti, che non ottiene la maggioranza dei seggi.

«Mi ritengo soddisfatto del risultato della coalizione – afferma il segretario provinciale e assessore della Lega Andrea Cella – perché grazie all’apporto fondamentale dei 4843 voti ponderati della Lega, finalmente anche il centro-destra avrà un peso importante da cui dipenderanno tutte le scelte del consiglio provinciale. Ammetto che avrei preferito vedere anche un nostro rappresentante all’interno della provincia, cosa che purtroppo non si è concretizzata. Questo fatto comporterà sicuramente una riflessione interna al partito e di conseguenza anche a delle decisioni correttive da parte mia e del commissario regionale Susanna Ceccardi».

«Constatiamo con sorpresa – aggiunge poi Cella – che da calcoli effettuati, risultano votanti anche alcuni rappresentanti del Movimento 5 Stelle della fascia che comprende i comuni di Massa e Carrara: su 58 aventi diritto totali dei due comuni infatti, il movimento esprime 17 consiglieri e 1 sindaco, che se non fossero andati a votare avrebbero portato la quota di votanti a 40. I votanti sono risultati invece ben 46, quindi 6 in più, un’anomalia molto forte rispetto quanto dichiarato nei giorni precedenti dal Movimento, che ha senz’altro influenzato il risultato: dato che le schede bianche/nulle totali risultano solo 2, almeno 4 voti sono stati assegnati a una lista».