Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Regolamento urbanistico, Chericoni (Confartigianato): «Un sospiro di sollievo»

«L'approvazione delle controdeduzioni era un passaggio decisivo per uno strumento urgente»

“Oggi possiamo tirare un sospiro di sollievo”: a parlare è Giorgio Chericoni, presidente di Confartigianato. “Ci siamo arrivati all’ultimo tuffo, con l’acqua alla gola ma, finalmente, la politica ha deciso di prendere atto del grido di aiuto che arrivava dalla città, dalle imprese e dai cittadini, e di dare una svolta attesa ormai da 40 anni. Il consiglio comunale ha completato la votazione delle controdeduzioni al Regolamento urbanistico: lo ha fatto con un’accelerata improvvisa, dovuta a una ritrovata unione politica che avrebbe dovuto avvenire ben prima, per evitare strascichi e polemiche. Ma quel che conta oggi, e di cui come associazione di categoria possiamo ritenerci soddisfatti, è l’aver compiuto un passo essenziale per arrivare ad approvare definitivamente lo strumento di pianificazione urbanistica entro il termine del 24 luglio.”

Chericoni dimostra un cauto ottimismo: “Ora la palla è tornata nelle mani dei tecnici che hanno il compito di rivedere le carte e trasmettere tutto l’impianto del Ru, così come modificato e aggiornato in sede di consiglio, alla Regione Toscana per essere valutato dalla Conferenza paesaggistica. Solo a quel punto tornerà nuovamente in consiglio comunale per l’approvazione definitiva. Speriamo – prosegue Chericoni – che su questo fronte l’amministrazione voglia dare una decisa sterzata, rispetto a quanto visto in questi anni: si assegnino tutte le risorse umane necessarie agli uffici dell’urbanistica per completare questa operazione in tempi rapidissimi e mandare tutto a Firenze entro pochi giorni.”

Una richiesta per l’amministrazione ventura: “Alla giunta che si insedierà a giugno chiederemo immediatamente di avviare i lavori per la stesura del prossimo Piano strutturale affinché rappresenti finalmente la cornice giusta per disegnare una nuova città, proiettata nel futuro. ooggi non possiamo accettare le strumentalizzazioni che arrivano dall’altro fronte della politica. Certe considerazioni sull’illegittimità dell’atto approvato, perché successivo al decreto di indizione dei comizi elettorali e in quanto non urgente o improrogabile, sono meramente strumentali, utili solo per fare campagna elettorale. L’approvazione delle controdeduzioni è chiaramente urgente e improrogabile, un passo necessario per arrivare alla definitiva approvazione senza rischiare di perdere tutto.”