LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Elezioni 2018, intervista all’onorevole Martina Nardi (PD): «Così rilanceremo il territorio»

La deputata: «Ecco tutti i finanziamenti ricevuti dalla nostra provincia, dalle zone franche urbane all'accordo di programma»

Onorevole Nardi, perché ha deciso di ricandidarsi?
È stato il mio partito a fare questa scelta, io mi sono messa a disposizione dei cittadini. Sono stata contenta e orgogliosa di essere ricandidata, perché credo che questa decisione corrisponda a un giudizio positivo sul mio operato di questi anni.

Ci fa un bilancio della sua attività di deputata?
Ho lavorato perché i provvedimenti nazionali avessero una ricaduta sul territorio. La provincia di Massa-Carrara ha ricevuto 100 milioni di euro nel 2016 per le zone franche urbane: non avevamo mai beneficiato di finanziamenti così rilevanti. Per il recupero delle periferie sono arrivati 23 milioni di euro, per l’accordo di programma 20 milioni, per combattere il rischio di dissesto idrogeologico 63 milioni. Le gare devono ancora partire, ma vedremo una ricaduta positiva di questi provvedimenti. Ho fatto quello che credo debba fare un buon deputato: agire nell’interesse generale del Paese, con un occhio di riguardo per il proprio territorio.

A proposito della nostra provincia: quali misure ha in mente per rilanciare l’occupazione?
È a questo che servono i 20 milioni di euro accordo di programma”. L’accordo per sostenere imprese e lavoratori riguarda 17 comuni dell’area apuana. “Nella stessa direzione vanno gli investimenti per la zona franca urbana: i terreni bonificati potranno ospitare nuovi insediamenti. L’ ultima proposta di legge che ho presentato incentiva sia i Comuni che i privati all’acquisto di manufatti legati all’arredo urbano fatti con i materiali di scarto del lapideo. Come vedete, si tratta di una somma di piccole e grandi cose. Anche l’industria 4.0, che prevede l’integrazione sempre maggiore delle tecnologie digitali nei processi manifatturieri, può essere una grande occasione per il territorio di Massa-Carrara. Con la Legge di Bilancio 2017 è stato introdotto il nuovo iperammortamento al 250 per cento, il cosiddetto “super ammortamento” maggiorato legato all’acquisto di beni rientranti nei progetti di Industria 4.0: incentiverà l’ammodernamento delle imprese.

All’interno del territorio, aree come la Lunigiana meritano particolare attenzione.
In Lunigiana il Governo ha scelto di fare affidamento sulla progettualità dei sindaci. In ottobre 2017 è stata approvata la legge per i piccoli comuni, arriva dai primi di gennaio, che prevede finanziamenti ad hoc per le attività commerciali.

Risale a poche settimane fa la notizia terribile di una donna rapita da bambina al suo paese e violentata in un pub a Massa…

Fui io stessa a chiamare “Il Tirreno” dopo aver assistito a quello scioccante servizio di “TG2 dossier”. Ne sono rimasta sconvolta: esiste – o è esistito – nella nostra un mercato di professionisti che mercifica la violenza sui minori. Una violenza che in questo caso è stata perpetrata da professionisti con una facciata di rispettabilità, con la connivenza dei gestori di un pub: è sconvolgente. Ne approfitto per chiedere scusa alla mia città: nei miei anni da vicesindaco non mi ero resa conto della presenza del fenomeno della prostituzione minorile. Credo l’episodio chiami tutti noi ad avere un’attenzione maggiore. Le pene previste dalla legge per questo tipo di reati sono gravissime, ma è scioccante che questa banda malavitosa abbia trovato qui un terreno fertile: significa che c’è anche un problema sociale.