LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Volpi va avanti a testa altra e si ricandida alle prossime elezioni

"Non vedo mozioni di sfiducia. Vedo solo poco coraggio"

Più informazioni su

“Il sindaco e la giunta non si dimetteranno” è questo il messaggio che l’amministrazione ribadisce in conferenza stampa. “Non è per attaccamento alle poltrone, ma per essere coerenti e responsabili nei confronti dei cittadini”.

Facendo un passo indietro, si può notare che al sindaco Volpi è mancata la maggioranza per ben quattro consigli comunali di fila e l’ultimo di questi, tenutosi il 31 dicembre, non ha permesso l’approvazione del bilancio consolidato entro i termini stabiliti. Nessuno della maggioranza, inoltre, ha chiesto le dimissioni di Volpi, tranne il Movimento 5 Stelle che tirato fuori una vecchia mozione di sfiducia del 2015, e che nessuno fino ad adesso ha firmato. L’unica protesta fatta contro il sindaco è stata quella di far mancare più volte il numero legale per aprire il consiglio.

Le crisi politiche esistono da sempre e si superano firmano mozioni di sfiducia, “Ma io qui non ne vedo – ha affermato Volpi – Se ritengono che io non sia più in grado di amministrare, che io non abbia fatto il mio dovere e che non abbia più i numeri per stare in consiglio devono sfiduciarmi, e io sono pronto a lasciare la poltrona domani mattina. Vedo poco coraggio. Vedo, invece, un voto di astensione in consiglio”. Volpi ci tiene a sottolineare che nessuno ha votato contro l’atto del bilancio consolidato e che nessuno ne ha voluto discutere, mettendo così in difficoltà il sindaco o per dimostrare la debolezza politica di un partito. “Io non ci sto” ha dichiarato.

“La giunta non si dimette – ribadisce ancora una volta Volpi – perchè credeva in quell’atto e perchè vogliamo riuscire ad approvare il Regolamento Urbanistico”.

Più informazioni su