LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Il Psi attacca Volpi

Il partito: il consiglio comune non approverà il Regolamento Urbanistica ma verificare solo le osservazioni".

Più informazioni su

Il Psi di Massa va all’attacco della giunta Volpi: Ho avuto modo di leggere la proposta di delibera n.206 per il Consiglio Comunale, che, secondo quanto strombazzato ai quattro venti da parte del sindaco Volpi, dovrebbe essere quella che porta all’approvazione del Regolamento Urbanistico ed ho notato che stranamente nell’oggetto di delibera si riporta “regolamento urbanistico e piano d’indirizzo degli orari. esame e controdeduzioni alle osservazioni”, senza altre indicazioni.
Ho sottolineato stranamente perché in delibere urbanistiche di precedenti Consigli Comunali si legge: controdeduzioni alle osservazioni ed approvazione definitiva. In pratica in contemporanea alla controdeduzioni alle osservazioni si approvava definitivamente l’atto di pianificazione urbanistica; come mai nel caso della delibera presentata come quella che dovrebbe approvare definitivamente il RU non ho trovato la parola “approvazione”?”, si chiede il consigliere Giancarlo Casotti.

“Semplice, perché, il Consiglio Comunale del Comune di Massa che sarà convocato a partire dai primi di gennaio prossimo quasi tutti i giorni, secondo il sindaco Volpi per arrivare in fretta all0approvazione del RU, non approverà un bel niente: si limiterà a verificare le osservazioni dei cittadini e degli uffici, ritenendole accoglibili o rigettandole, dopo di che si concluderà soltanto il primo round di un lungo match che vedrà impegnati gli Uffici Comunali ad adeguare, come riportato nella proposta di delibera n.206, del 30 giugno 2017, per la quale è stato espresso parere favorevole dal Dirigente soltanto in data 6 dicembre 2017, norme tecniche e cartografie secondo le osservazioni accolte in sede di Consiglio Comunale, provvedere poi alla ripubblicazione delle parti di territorio dalle quali sia stata modificata la destinazione urbanistica, in modo che i cittadini interessati possano ripresentare osservazioni, riportare all?attenzione del Consiglio Comunale le nuove osservazioni con le controdeduzioni, dopo di che adeguare nuovamente norme tecniche e cartografia alle osservazioni accolte ed inviare tutto il materiale alla Regione Toscana che, ai sensi dell’art.31 della L.R. 65/2014, convocherà una conferenza di servizi, detta “conferenza paesaggistica”, per la verifica della coerenza dello strumento urbanistico adottato con il PIT”.

Poi l’attacco, nel documento firmato da tutto il Psi, si fa più politico: “”l sindaco continua a dire di non volere le primarie, ma se è così sicuro che sarà rivotato che problemi ha a partecipare alle primarie ed avere l’imprimatur della cittadinanza per proporsi come unico candidato del centrosinistra, visto che chi ha già proposto la propria candidatura per le primarie ha dichiarato che appoggerà comunque il candidato che uscirà vincente da queste votazioni? E’ chiaro che Volpi non vuole confronti e pretende che i cittadini votino un unico candidato proposto a scatola chiusa, come è già successo per il Regolamento Urbanistico: redatto senza confronti preliminari con i cittadini e fatto votare a scatola chiusa dal Consiglio Comunale”.

Più informazioni su