Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Congresso GD Massa-Carrara, Taurino: "In tre anni siamo diventati classe dirigente"

Eletti Ceragioli a Carrara, Bontempi a Massa, Pautasso a Montignoso e Petriccioli in Lunigiana. Di Capita segretario provinciale

Domenica scorsa si è svolto a Massa il Congresso provinciale dei Giovani Democratici, che ha visto candidature unitarie su tutti i livelli. Sono stati eletti segretari Yuri Ceragioli a Carrara, Gabriele Bontempi a Massa, Sara Pautasso a Montignoso.In Lunigiana, Gregorio Petriccioli è divenuto segretario unitario, affiancato dai referenti sui territori: Mattia Simoncini ad Aulla, Matteo Bola a Pontremoli, Enrica Valenti a Licciana-Tresana, Virginia Clementi a Fivizzano, Alessandro Bronzini a Villafranca. Il nuovo segretario provinciale è Francesco Di Capita, un ragazzo lunigianese: un dato interessante se si considera che tre anni fa la Lunigiana non disponeva nemmeno nemmeno un proprio coordinamento GD. Riconfermata la vicesegretaria uscente Maria Luce Peri.

Nel corso della giornata si sono succeduti gli interventi di tutti i segretari e dei membri di segreteria uscenti. Erano presenti anche il presidente della provincia Gianni Lorenzetti, il sindaco di Massa Alessandro Volpi, l’onorevole Martina Nardi, il consigliere regionale Giacomo Bugliani, la capogruppo PD di Carrara Roberta Crudeli e il candidato alla segreteria provinciale del Partito democratico Enzo Manenti.

“Tre anni fa io ero segretario dei GD di Carrara – ha dichiarato Mario Taurino, segretario provinciale uscente e attuale coordinatore delle giovanili dell’area di costa toscana – la nostra era l’unica provincia della Toscana a non avere una giovanile del partito. L’abbiamo costituita a Massa, abbiamo creato i circoli in e un coordinamento in Lunigiana. Tre anni dopo abbiamo due membri dei GD Massa Carrara nell’esecutivo regionale”.

“Ci presentammo la prima volta nel 2015 nei consigli dei cittadini voluti da Andrea Zanetti. Ci siamo poi candidati a Pontremoli e Montignoso, dove quest’anno abbiamo raccolto più di 1500 preferenze. Ad Aulla abbiamo eletto l’assessora Giada Moretti; a Licciana abbiamo perso le elezioni, riportando però un ottimo risultato. A Carrara i nostri candidati Sirio Genovesi, Lara Benfatto e Jessica Sanna sono arrivati, rispettivamente, quinto, sesto e settima per preferenze. Questo è un segnale che siamo diventati in poco tempo classe dirigente”.

Numerose le iniziative ricordate da Taurino, come quella per lo sviluppo del territorio del dicembre 2014 ad Aulla, gli incontri sull’integrazione tenuti a Barbarasco nel 2015 e a Massa nel 2016 con Migrantes e Caritas, il protocollo siglato nel 2015 col referente regionale di Libera Andrea Bigalli, la campagna social dello stesso anno contro l’omofobia e la transfobia, le tre visite al carcere di Massa, la mappatura dei centri di ascolto in Lunigiana, la proposta di un’alternanza scuola-università, il lavoro sulla sanità, il dialogo coi sindacati. Con una menzione speciale alla proficua collaborazione con l’Anpi, in tempi difficili di fascismo strisciante: “E lì che avrei voluto il mio partito: l’antifascismo non serve a ricordarci che noi siamo di sinistra, è il fulcro dell’azione politica; dire che i fascisti fanno schifo è una questione di dignità”. Il rapporto con Anpi è descritto come di stima e affetto, “nella chiarezza che noi siamo un partito e facciamo scelte di partito”, ha precisato Taurino, alludendo alla scelta dell’associazione di abbracciare la causa del “no” al referendum costituzionale.