Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Lettere al direttore

«Strade invase da rovi, degrado e inciviltà. Nell’indifferenza dell’amministrazione comunale» foto

Cittadini massesi denunciano le situazioni di via Sopramonte e via Lodolina: «Ci presentiamo ai turisti come una città a cui non interessa il decoro»

Più informazioni su

MASSA – Via Lodolina è invasa dai rovi, e da due anni non viene eseguita la pulizia”. A tornare sul tema, segnalato lo scorso giugno dal consigliere di Arcipelago Massa Andrea Barotti (qui), è Luigi Musetti. “La strada è percorsa da numerosi turisti che si recano presso il centro commerciale Mare Monti – fa notare -: bella figura ci facciamo. Non riesco a capire questo lasciare andare la cosa pubblica, in queste zone ci siamo presentati ai turisti come una città a cui il decoro non interessa. La parola “programmazione” è conosciuta dall’ente preposto – si chiede il cittadino -, oppure il primo che si sveglia, a seconda della luna (detto massese) decide dove andare a pulire?”

“I rovi stanno seccando – spiega ancora Musetti – e di fianco a loro vi è una attività che lavora smerciando pallets di legno. Nel frattempo ho inviato richiesta a Massa Città Interattiva, ma ad oggi niente. Non aggiungo altro – chiude – se non denunciare un senso di abbandono da parte dell’amministrazione. Da gennaio ad ora abbiamo fatto diverse richieste di intervento e articoli sui giornali locali, ma il risultato è quello in foto (che alleghiamo all’articolo, ndr.)”.

“SPORCIZIA E DEGRADO IN VIA SOPRAMONTE”
Un’altra segnalazione ci giunge da Stefano Francolini. “Vorrei segnalarvi – scrive in una lettera – la situazione di degrado, maleducazione, inciviltà, menefreghismo da parte del Comune di Massa sia da parte di Asmiu, nel tratto terminale di via Sopramonte, nelle vicinanze della Questura di Massa”.

“Mi considero “straniero” – sottolinea – poiché non sono originario di questa zona. Mi vergogno di essere italiano per la mancanza di quella “civiltà” che tanto declamiamo. Con uno sforzo minimo da parte di tutti basterebbe poco per una educazione minima”.

Più informazioni su