LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Le Istituzioni Informano di La Voce Apuana - Covid19 • Pillole di ottimismo

Coronavirus, l’analisi numerica di “Pillole di Ottimismo” – Aggiornamento del 14 ottobre 2020

Inizia oggi la pubblicazione da parte della Voce Apuana dei contributi informativi del sito web scientifico "Pillole di ottimismo" che negli ultimi mesi ha ottenuto un grande seguito sui social per il modo indipendente e rigoroso (e senza paura) con cui tratta il tema del coronavirus

Inizia oggi la pubblicazione da parte della Voce Apuana dei contributi informativi del sito web scientifico “Pillole di ottimismo” che negli ultimi mesi ha ottenuto un grande seguito sui social per il modo indipendente e rigoroso (e senza paura) con cui tratta il tema del coronavirus. “La paura controlla l’ignoranza, la conoscenza controlla la paura” è il motto della squadra di scienziati di questa iniziativa di cui pubblichiamo tutti i nomi in calce a questo nuovo articolo del dottor Paolo Spada relativo ai dati covid di ieri 14 ottobre 2020. Buona lettura. (MB)

NUMERI IN PILLOLE – Aggiornamento del 14/10/2020 – Paolo Spada

Curve in crescita, torna la paura del lockdown. Ma dipende ancora in gran parte da noi, e serve un ulteriore sforzo di attenzione e prudenza.

___________________
Ben ritrovati.
Come sempre a questo link i GRAFICI aggiornati pochi minuti fa: https://public.flourish.studio/story/435616/
Ecco i dati salienti di oggi in ITALIA:
Sono 7332 i NUOVI POSITIVI, su 152196 TAMPONI (4,8%) e 87601 PERSONE TESTATE (8,37%).
Negli ultimi sette giorni abbiamo avuto in media 5551 nuovi positivi al giorno, ossia +2825 casi al giorno rispetto ai sette giorni precedenti (ieri era +2564).
L’aumento percentuale complessivo in questi ultimi sette giorni, rispetto ai sette precedenti, è stato pari al 103,7% (ieri era 104,1%).
Siamo a 64,3 nuovi positivi ogni 100.000 abitanti/settimana (per confronto, Spagna: 146,9, Francia: 153,6, Regno Unito: 141,6, Germania: 27,3, Paesi Bassi: 206,1, Belgio: 234,8, Austria: 74,3, Svezia: 39,7, Romania: 90,3, Portogallo: 70,1, Polonia: 59,7)*.
*fonte ECDC, media delle ultime due settimane, ultimo aggiornamento oggi, 14/10/2020.
La media giornaliera dei casi in Italia nelle ULTIME QUATTRO SETTIMANE ha avuto questo andamento: 1585, 1761, 2726, 5551. Il rapporto tra i positivi e il numero di persone testate, calcolato come media su sette giorni nelle ultime quattro settimane, è stato: 2,84%, 3,14%, 4,31%, 7,5%.
Nelle prime tre slide dei GRAFICI sono riportati, regione per regione, l’andamento dei nuovi positivi, quello dei tamponi e il quadro complessivo, con una stima del trend per i prossimi giorni. Nelle slide 4-6 trovate inoltre la classifica mobile delle Regioni per casi positivi e persone testate ogni 100.000 abitanti negli ultimi 30 giorni.
Oggi +394 RICOVERI, +25 TERAPIE INTENSIVE, e 43 DECESSI.
Abbiamo attualmente 5470 pazienti ricoverati, pari al 18,9% del valore di picco (29010 il 4 aprile). Negli ultimi 7 giorni la variazione media del numero di pazienti ricoverati è stata pari a +241 pazienti al giorno (era +105 nei sette giorni precedenti).
I pazienti in TI sono complessivamente 539, pari al 13,2% del massimo valore raggiunto (4068, il 3 aprile; minimo valore raggiunto: 38, il 29 luglio). Negli ultimi sette giorni la variazione media dei pazienti in Terapia Intensiva è stata di +29 pazienti al giorno (era +8 nei sette giorni precedenti).
In media abbiamo avuto in Italia 33 decessi al giorno negli ultimi sette giorni, e 24 nei sette giorni precedenti.
In sette giorni abbiamo avuto 0,38 decessi ogni 100.000 abitanti (Spagna: 1,7, Francia: 0,8, Regno Unito: 0,7, Germania: 0,1, Paesi Bassi: 0,7, Belgio: 1, Austria: 0,45, Svezia: 0,1, Romania: 1,9, Portogallo: 0,7, Polonia: 0,8)*.
*fonte ECDC, media delle ultime due settimane, ultimo aggiornamento oggi, 14/10/2020.
L’andamento dei carichi sanitari e dei decessi è mostrato a partire dalla slide 7. Nei grafici è possibile selezionare il periodo di osservazione (tutte le date o solo gli ultimi 30 giorni), e la regione di interesse. Scorrendo sui grafici appaiono i valori del giorno. Alle slide 9-10 sono riportati i dati per 100.000 abitanti.
Vorrei qui scusarmi con voi lettori per il ritardo di questa rubrica, e per le sere in cui non viene pubblicata. Succederà ancora, ve lo anticipo: gli impegni ospedalieri sono pressanti e hanno la precedenza. Confido nella vostra comprensione.
Le notizie di questi giorni sono tutte nei numeri che riportiamo, che richiedono ben poco commento, salvo quello che abbiamo più volte ribadito in precedenza riguardo il confronto con la salita dei casi di febbraio e marzo, apparentemente già battuta in tutti i record, salvo che per il numero di casi “sommersi”. Non che non ve ne siano anche oggi, ma è fuori discussione che la situazione di quelle settimane facesse emergere non più di un decimo dei veri contagiati, per cui siamo ancora decisamente al di sotto di quelle cifre, e l’effetto sugli ospedali, al momento ancora contenuto, ancorché in crescita, ne è la prova più evidente. Il problema – e la cosa non sfugge credo più a nessuno, forse nemmeno a chi si è a lungo speso in parole di minimizzazione del problema COVID – è che di questo passo nulla ci impedisce di pensare che nel volgere di qualche settimana ci si ritrovi daccapo con una situazione del tutto ingestibile.
Quanto si potesse fare per evitare che accadesse, e non è stato fatto, l’abbiamo segnalato talmente tante volte nelle settimane e nei mesi scorsi che non ci sembra utile, e forse nemmeno di buon gusto, ribadirlo adesso, tanto più che il tempo perso non ritorna. Ci pare invece più opportuno rinnovare le speranze che i peggiori scenari non si realizzino, mantenendo nervi saldi e senso della concretezza: dipende ancora moltissimo da tutti noi, e da quanto sapremo ora reagire al pericolo incombente – non solo quello dell’infezione, ma delle conseguenze sociali ed economiche, come da sempre ripetiamo – con un salto di qualità della nostra attenzione e prudenza almeno pari al salto della curva dei contagi.
Di seguito riporto i principali dati delle REGIONI. Si tratta come sempre dei valori assoluti di oggi, ma suggerisco di farvi un’idea sia del trend su più giorni, che dei valori di incidenza ogni 100.000 abitanti, dai quali emergono più chiaramente le differenze tra le regioni: trovate entrambi nei grafici.
Nuovi POSITIVI di oggi, su 7332 casi totali (4212 casi da “sospetto diagnostico” / 3120 casi da “screening”):
Lombardia: 1844 casi (1246/598), Campania: 818 casi (795/23), Veneto: 657 casi (102/555), Toscana: 575 casi (408/167), Lazio: 543 casi (187/356), Piemonte: 499 casi (125/374), Sicilia: 366 casi (216/150), Liguria: 362 casi (209/153), Emilia Romagna: 339 casi (179/160), Puglia: 315 casi (77/238), Friuli VG: 182 casi (179/3), Marche: 166 casi (166/0), Trentino AA: 153 casi (129/24), Umbria: 141 casi (8/133), Abruzzo: 126 casi (118/8), Sardegna: 122 casi (18/104), Calabria: 60 casi (0/60), Valle d’Aosta: 37 casi (32/5), Molise: 18 casi (17/1), Basilicata: 9 casi (1/8).
RICOVERI:
Lombardia: +99, Piemonte: +79, Emilia Romagna: +60, Lazio: +41, Campania: +41, Sicilia: +21, Liguria: +14, Toscana: +11, Abruzzo: +8, Sardegna: +8, Marche: +4, Umbria: +3, Valle d’Aosta: +2, Calabria: +2, Friuli VG: +1, Puglia: +1, Basilicata: +1, Veneto: -1, Molise: -1.
TERAPIE INTENSIVE:
Sicilia: +5, Emilia Romagna: +4, Piemonte: +3, Lombardia: +2, Veneto: +2, Liguria: +2, Marche: +2, Toscana: +2, Lazio: +2, Friuli VG: +1, Umbria: +1, Campania: -1.
DECESSI:
Lombardia: 17, Lazio: 5, Emilia Romagna: 4, Piemonte: 4, Trentino AA: 2, Toscana: 2, Campania: 2, Puglia: 2, Sicilia: 2, Liguria: 1, Umbria: 1, Abruzzo: 1.
NB: Nei casi da “sospetto diagnostico” sono di norma inclusi i pazienti sintomatici e il contact tracing. Alcune Regioni includono solo i pazienti sintomatici. Si noti inoltre che sono frequenti i ricalcoli e i valori possono risultare non significativi (ad esempio se vedete segni negativi). Quel che riportiamo è ciò che le regioni dichiarano al ministero: ci dispiace che il dato mostrato non sia sempre affidabile. Per saperne di più: https://www.facebook.com/inlandseapaolospada/posts/4679418125409426
Per un colpo d’occhio delle PROVINCE interessate dai focolai vi rimando alla mappa di slide 14, e alle successive (incrementi e incidenza): tutti i valori sono accessibili toccando le province di interesse.
Ricaviamo i dati sull’ETA’ e sullo STATO CLINICO dei pazienti rielaborando periodicamente le tabelle mostrate nella dashboard di ISS, riferite ai casi degli ULTIMI 30 GIORNI. L’ultimo nostro aggiornamento è del 10 ottobre.
Questi dati si raccontano male a parole, ma sono invece molto chiari nelle slide 19, 20 e 21. In particolare, la 19 mostra la situazione del momento (potete cambiare la data, volendo). Nella slide 20 è mostrato invece l’andamento della PERCENTUALE dei casi nelle settimane, e nella slide 21 il NUMERO dei casi, distribuiti per fascia d’età e stato clinico. Ribadisco che ogni punto delle curve rappresenta il valore complessivo degli ultimi 30 giorni sino a quella data. Le variazioni sono quindi relativamente piccole, e naturalmente risentono del campione di persone testate. Questo vale a maggior ragione per le variazioni dell’età e dello stato clinico nei precedenti mesi dell’epidemia, che trovate nelle slide successive (22 e 23).
Un caro saluto
Paolo Spada
___________________________________
Numeri complessivi dell’epidemia ad oggi in Italia:
372799 pazienti COVID-19, di cui 244065 guariti, 92445 attualmente positivi (5470 ricoverati in reparto, 539 in Terapia Intensiva, 86436 in isolamento domiciliare), e 36289 pazienti deceduti.

 

Per seguire “Pillole di ottimismo”:
Pagina fb https://www.facebook.com/pillolediottimismo/
Sito web www.pillolediottimismo.it
Canale YouTube https://www.youtube.com/channel/UCoem1_YnnqH3XrvmNd81iVw

 

LA SQUADRA DI “PILLOLE DI OTTIMISMO”
Editors-in-Chief: Sara GANDINI, Guido SILVESTRI & Paolo SPADA
Coordinamento: Chiara BARBIERI, Francesca UCCHEDDU
Comunicazione: Maddalena LOY
Ufficio Stampa: Claudia ZANGARINI, Clementina SASSO, Nicolò PREMOLI
Produzione Video: Walter LUCCHESI, Claudia ZANGARINI, Marco FAGOTTI, Clementina SASSO
SECTION EDITORS:
Basic Sciences: Aldo MANZIN, Francesco CECCONI, Paolo BONILAURI e Costanza Maria CRISTIANI
Clinical Medicine: Alessandra PETRELLI, Paolo SPADA, Piero SESTILI, e Mario PUOTI
Law & Economy: Silvia BRIZZI, Luciano BUTTI, Elena DRAGAGNA, Marco ERRICO e Roberto PANCRAZI
Epidemiology & Biology: Sara GANDINI, Ilaria BAGLIVO e Donato GRECO
Psychology & Social Sciences: Federica GALLI e Marilena APUZZO
RUBRICHE:
“ABC: storie di Covid in Pillole” è a cura di Maria Luisa IANNUZZO
“Pillole in Tasca” è a cura di Stefano TASCA
“Pillole Internazionali” è a cura di Ugo BARDI
“Nonsolocovid — Pillole a 360 gradi” è a cura di Costanza Maria CRISTIANI, Walter LUCCHESI e Clementina SASSO
Grafica e sito web: Nicolo’ PREMOLI e Claudia ZANGARINI
Supporto Tecnico: Andrea CALDARONE
Social Media Moderation: Marilena FALCONE DE DOMENICO
Vignette: Ivan “Hurricane” MANUPPELLI
EDITORIAL BOARD:
Roberto ACCOLLA, Professore Ordinario Psichiatria, Università dell’Insubria
Antonella AGODI, Professore Ordinario Igiene generale e applicata, Università di Catania
Franco ARTURI, Giornalista e scrittore
Ugo BARDI, Professore Associato Chimica Fisica, Università di Firenze
Matteo BASSETTI, Professore Ordinario Infettivologia, Università di Genova
Paolo BONILAURI, Biologo e dirigente Istituto Zooprofilattico Sperimentale, Lombardia ed Emilia Romagna
Giovanna BORSELLINO, Ricercatore Neuroimmunologa Fondazione Santa Lucia, IRCCS
Michele BOLDRIN, Professore Economia, Washington University, St. Louis
Luciano BUTTI, Avvocato e membro del Clare Hall College Cambridge, UK
Stefania CARAMASCHI, Medico Assegnista di Ricerca Department of Medical and Surgical Sciences for Children and Adults, Università di Modena e Reggio Emilia
Margherita CARLETTI, Ricercatrice Analisi Numerica, Università di Urbino C. Bo
Arnaldo CARUSO, Professore Ordinario microbiologia e microbiologia clinica, Università di Brescia
Domenico CAVALLO, Professore Ordinario, dipartimento di scienza ed alta tecnologia, Università dell’Insubria
Francesca CECCHERINI-SILBERSTEIN, Professore Associato virologia, Università di Roma Tor Vergata
Francesco CECCONI, Professore Ordinario biologia dello sviluppo, Università di Roma Tor Vergata
Massimo CLEMENTI, Professore Ordinario microbiologia e virologia, Università Vita e Salute “San Raffaele” Milano
Piergiuseppe DE BERARDINIS, Direttore di Ricerca, CNR
Gigliola DI RENZO VILLATA, Professore Ordinario giurisprudenza, Università Statale di Milano
Julia FILINGERI, Professore a contratto farmacia, Università di Trieste
Mario FULCHERI, Professore Ordinario di Psicologia Clinica, Università di Chieti-Pescara
Donato GRECO, Epidemiologo, ex-Direttore Dipartimento ISS
Andrea GRIGNOLIO, Professore a contratto Medical Humanities, Università Vita e Salute “San Raffaele” Milano
Carlo LA VECCHIA Professore ordinario di Statistica Medica ed Epidemiologia all’Università degli Studi di Milano. Temporary advisor all’Organizzazione Mondiale della Sanità a Ginevra
Aldo MANZIN, Professore Ordinario di microbiologia e microbiologia clinica, Università di Cagliari
Roberto PANCRAZI, Professor of Advanced Macroeconomic Analysis, Warwick University
Alessandra PETRELLI, MD, PhD, Project Leader, Ospedale San Raffaele
Stefania PETRUCCIOLI, Economista ed analista finanziario
Claudia PICCOLI, Professore Ordinario biochimica, Università di Foggia
Carlo PIROLA, Professore Ordinario, Chemical Plants and Technologies, Università Statale di Milano
Sergio PORTA, Professor of Urban Design, University of Strathclyde, Glasgow UK
Gabriella PRAVETTONI, Professore Ordinario di Psicologia Cognitiva, Director – Department of Oncology and Hemato-Oncology – University of Milan, Director – Psycho-Oncology Division – European Institute of Oncology
Claudio PUOTI, Primario Infettivologia, Roma
Manuela RAFFATELLU, Professor of Microbial Pathogenesis and Mucosal Immunity, University of California San Diego
Giuseppe REMUZZI, Professor of Nephrology e Direttore dell’ Istituto Mario Negri
Clementina SASSO, Astrofisico, INAF
Luca SCORRANO, Professore Ordinario di biochimica, Università di Padova
Piero SESTILI, Professore Associato farmacologia, Università di Urbino
Ilaria Maria SOTIS, Giornalista e scrittrice
Marco TAMIETTO, Professore Ordinario di neuroscienze, Università di Torino
Carlo TORTI, Professore Associato malattie infettive, Università Magna Grecia, Catanzaro
Alberto ZANGRILLO, Professore Ordinario di anestesia e rianimazione, Università Vita e Salute “San Raffaele” Milano
AUTORI:
Franco ARTURI, giornalista e scrittore
Alessandra BASSO, TINT, Università di Helsinky
Federica BELLERBA, Biostatistica
Serenella BRUSCHI, Microbiologa
Francesca CAPELLI, Sociologa, Ricercatrice, Giornalista, Università del Salvador, Buenos Aires
Elisa DELVECCHIO, Psicologa, Ricercatrice, Dip. Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione, UNI Perugia
Angelo DI LIBERTO, Scrittore
Valentina FLAMINI, Biologa Molecolare
Eleonora FRANCHINI, Biotecnologia Medica, Insegnante di Chimica e Biologia al liceo
Daniele FRATERNALE Professore Associato di Biologia farmaceutica Università di Urbino Carlo Bo
Giuseppe GARZIA, UNIBO, Dipartimento Beni Culturali
Giulio LIGUORI Dottore in Scienze degli Alimenti e della Nutrizione e Laureando in Scienze Chimiche
Claudia MAZZESCHI, Prof. Ordinaria di Psicologia Dinamica, Dir. Dip. Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione, UNI Perugia
Olga MILANESE, Avvocatessa, Esperta nella tutela dei Diritti, Famiglia e Minori
Antonella NURRA, funzionaria amministrativa nella ATS (Azienda tutela della Salute) della Sardegna. Collabora con la cattedra di diritto privato comparato all’università di Sassari
Giuseppe PICHIERRI, Consultant Microbiologist, Kingston Hospital NHS Foundation Trust
Eloisa PROCOPIO Scrittrice
MauriIo RAINISIO, Biostatistico
Chiara RUBES Attrice
Maria Sabina SABATINO Storica dell’Arte
Simone SANTAMATO: appassionato di filosofia
Davide SIMONE, Giornalista
Giovanna TESTA, Ginecologa