LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Le Istituzioni Informano di La Voce Apuana - Comune di Carrara

Carrara, terzo appuntamento con “Del contemporaneo e l’arte del XXI secolo” il 22 gennaio

Più informazioni su

CARRARA – Per il terzo appuntamento degli incontri in streaming del ciclo “Del contemporaneo. Linguaggi, pratiche e fenomeni dell’arte del XXI secolo”, la Direttrice del mudaC | museo delle arti Carrara Laura Barreca dialoga con la storica dell’arte Valentina Tanni e con l’artista Mara Oscar Cassiani. L’appuntamento è in programma venerdì 22 gennaio, alle ore 18.00. Per assistere basta   collegarsi alla paginca Facebook del mudaC.  L’iniziativa è promossa dal Comune di Carrara, a cura della Direttrice del mudaC | Laura Barreca, in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Carrara.

Nel XXI secolo l’arte è diventata una faccenda strana, persino più strana di quanto lo fosse nel Novecento. L’avvento di Internet, la diffusione delle nuove tecnologie e l’ascesa dei social network hanno stravolto il nostro universo visivo a furia di gif animate, ritocchi su Photoshop e pratiche appropriazioniste di ogni genere e grado. Troll, youtuber e instagrammer fai-da-te ci stanno lasciando in eredità un insieme di pratiche e di estetiche che richiamano alla memoria i precetti delle avanguardie storiche, allegramente distorti in una chiave weird, selvaggia e disinibita. E allora in che modo l’arte che ancora troviamo nei musei e nelle gallerie è stata capace di rispondere a un tale contrappasso? Ma soprattutto: e se in futuro i manuali di storia dell’arte riportassero non le opere di qualche artista-genio ottocentesco, ma i meme di anonimi user nascosti dietro pseudonimi improbabili?  Durante l’incontro sarà presentato “Memestetica”, il recente saggio di Valentina Tanni pubblicato da NERO Editions (2020). Un testo che l’autrice dedica alla fenomenologia della cultura del web che attraverso la diffusione e la condivisione di immagini provenienti “dal basso”, riconfigurano la rete come il più straordinario e inafferrabile archivio della vita, della storia e della cultura sociale degli ultimi vent’anni. In questo libro, il primo a tentare una cartografia onnicomprensiva del rapporto tra arti visive e culture digitali dagli anni Duemila in poi, Valentina Tanni ripercorre la strada che ci ha portato «da Marcel Duchamp a TikTok», tratteggiando i contorni di un sentiero tra i più affascinanti, e a tratti disturbanti, del tempo presente.

Valentina Tanni, storica dell’arte, curatrice e docente, studia il rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma. Collabora con la redazione di Artribune. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020). E’ membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Quadriennale di Roma.

Mara Oscar Cassiani, artista wi-fi based, lavora tra performance, coreografia, nuovi linguaggi digitali, social media e ritual clubbing. La sua ricerca è incentrata sulla creazione di un immaginario contemporaneo, in cui nuove grammatiche e icone derivano dalle identità di Internet, da sottoculture club.  e dal “brutal” capitalismo. Un flusso in diretta di immagini e coscienza. La sua ricerca principale è focalizzata sull’elaborazione di ambienti e progetti performanti nel mezzo tra un nucleo generazionale e il loro sviluppo rituale. Un melting pot tra estratti di pop, folklore rituale, folklore digitale e del linguaggio commerciale che restituisce un’istantanea globale, un “fast food visivo” tra kitsch, cruda ritualità e apocalisse.       

Più informazioni su