LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Imm, la sindaca Arrighi: «Al lavoro per il ritorno di una fiera del marmo»

Incontro tra la prima cittadina, l'assessore Orlandi e l'amministratore di Carrarafiere Bianchi: «Dovrà essere diversa dal modello di Verona e valorizzare le nostre eccellenze»

CARRARA – La sindaca Serena Arrighi assieme all’assessore alle Partecipate Carlo Orlandi ha incontrato l’amministratore unico di Imm-CarraraFiere Sandra Bianchi e i rappresentanti delle sigle sindacali per un confronto sul futuro dell’azienda e, non ultimo, sulla ripartenza dopo i gravi danni subìti poco più di un mese fa. “La Imm ha già provveduto a farsi fare tutte le perizie sui danni subiti dai capannoni e dalle strutture lo scorso 18 agosto e per i quali è comunque prevista la copertura assicurativa – spiega la prima cittadina -. In questo momento è poi in corso un confronto continuo con la dirigenza e con i rappresentanti dei lavoratori per individuare tutti assieme il percorso migliore per assicurare un futuro roseo all’azienda”.

Nella riunione ci si è però a lungo soffermati anche sulle prospettive di sviluppo dell’azienda e sulla sua riorganizzazione. “Stiamo tutti lavorando fianco a fianco per rilanciare Imm – prosegue Arrighi -. Questo non potrà prescindere dal definitivo risanamento dell’azienda e, parallelamente, dovrà seguire alcune linee di sviluppo ben precise. Tra queste ci sarà sicuramente l’organizzazione di eventi propri e legati a doppio filo con il territorio. In questo caso penso sicuramente alla nautica, e quindi a Seatec che rappresenta già un punto di riferimento per l’intero settore, ma anche al lapideo”.

“L’obiettivo per il marmo è quello di pensare a un evento diverso rispetto al passato e diverso a quello che già esiste. Anche per questo motivo la prossima settimana sarò a Verona per visitare la fiera e confrontarmi con gli operatori del settore. Altro filone di sviluppo da seguire è poi sicuramente quello di ospitare fiere organizzate da terzi e, non ultimo quello dello sport. In quest’ultimo caso l’indicazione è quella di continuare a destinare un padiglione a questo genere di eventi per i quali c’è molta richiesta”.