LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Aumenta la domanda di lavoro a Massa-Carrara: esperienza determinante per l’assunzione foto

Positivi primi dati della Camera di commercio della Toscana Nord-Ovest

MASSA-CARRARA – 4.180 sono i lavoratori ricercati dalle imprese nel mese di agosto nei territori della Toscana Nord-Ovest, e oltre 18.500 per l’intero trimestre agosto – ottobre. Dati in crescita anche rispetto alla previsione di un anno fa per lo stesso periodo, che riflettono anche l’andamento nazionale. Questo è quanto emerge dai dati rilevati per il mese di agosto 2022 su un campione di di oltre 2mila imprese con dipendenti del sistema informativo Excelsior, indagine su base provinciale realizzata da Unioncamere in collaborazione con Anpal ed elaborati dalla Camera di Commercio della Toscana Nord-Ovest e dall’Istituto Studi e Ricerche – Isr.

Valter Tamburini, presidente della Camera di Commercio della Toscana Nord-Ovest: “Provo una certa soddisfazione nel diffondere, per la prima volta come Camera di Commercio Toscana Nord-Ovest, i dati sull’economia delle province Lucca, Massa-Carrara e Pisa. Si tratta di un primo traguardo di un percorso che ci vede impegnati in un processo di armonizzazione e potenziamento delle attività camerali. Passando ai dati, questi evidenziano una domanda di lavoro in crescita a fronte, però, di una costante difficoltà a trovare le posizioni richieste, in linea con quanto sta accadendo anche a livello nazionale. Le motivazioni sono molteplici, ma senza dubbio rileva la mancanza di candidati o di figure adeguate alle posizioni richieste. Come ente supportiamo le imprese con contributi finalizzati alla digitalizzazione e all’innovazione, e al sostegno dei percorsi di acquisizione di competenze trasversali e per l’orientamento, sia degli occupati che degli studenti in uscita dai percorsi di studio formali; è uno sforzo che continueremo a sostenere condiviso con molte associazioni di categoria perché la mancanza di figure professionali adeguate alla trasformazione digitale del paese è un vero e proprio ostacolo allo sviluppo”.

LA DOMANDA DI LAVORO IN PROVINCIA DI MASSA-CARRARA AD AGOSTO 2022

Ad agosto le imprese apuane prevedono di assumere 730 persone, corrispondenti a +50 unità rispetto allo stesso mese del 2021 (+7%). Ovviamente si tratta di una situazione distinta rispetto al mese precedente (luglio), quando le assunzioni previste avevano raggiunto il numero di circa 1.400, una contrazione dovuta essenzialmente al  fatto che ormai le assunzioni di lavoratori per  la stagione estiva sono state effettuate. L’analisi previsionale trimestrale (agosto-ottobre) mostra una richiesta occupazionale da parte delle imprese di Massa-Carrara superiore alle 3.000 unità, un valore leggermente più in alto rispetto a quello dello stesso trimestre dell’anno scorso.

Permangono invece ancora disallineate  le richieste del sistema imprenditoriale apuano nel raffronto con la disponibilità dei profili richiesti. Lo studio osserva in sintesi che in 41 casi su 100 le imprese di Massa-Carrara prevedono di avere difficoltà nel trovare le figure lavorative richieste, nel 26% dei casi per mancanza di candidati, nel 10% per preparazione inadeguata dei candidati e per la parte restante per altre motivazioni.

Massa-Carrara: l’esperienza ancora fattore determinante per l’assunzione

Nel mese di agosto per una quota pari al 60% delle entrate viene richiesta esperienza professionale specifica (18%) o nello stesso settore (42%). Caratteristiche comunque fortemente risocontrabile nei profili professionali quali dirigenti, professioni con elevata specializzazione e tecnici, minore la richiesta di esperienza nelle categorie quali impiegati e operai. Per quanto concerne la tipologia contrattuale prevalgono, anche nel mese di agosto, i contratti a tempo determinato, pari al 67% del totale,  seguono con il 18% i contratti a tempo indeterminato, poi troviamo con l’8% le altre tipologie contrattuali ed infine con il 7% l’apprendistato. Inoltre in provincia di Massa-Carrara, nel mese di agosto, le assunzioni previste interesseranno i giovani con meno di 30 anni per una quota pari al 28%.

Massa-Carrara: più richieste di forza lavoro nell’industria, esclusivamente costruzioni, rispetto ai servizi

Nel raffronto tra il mese di agosto dell’anno corrente e quello dell’anno precedente si può mettere in evidenza che dal punto di vista generale le richieste sono aumentate, come già osservato, ma con variazioni distinte a seconda dei settori economici. Nell’industria in senso largo si assiste per esempio ad una crescita delle unità in entrata, un fenomeno che dobbiamo comunque circoscrivere al solo comparto delle costruzioni, che ha ottenuto, rispetto al 2021, un aumento di circa 70 unità, un valore in ascesa che ha compensato le perdite che invece hanno contraddistinto l’industria manifatturiera in senso stretto, con meno 30 unità rispetto all’agosto 2021.

Lieve aumento delle previsioni occupazionali nel settore dei servizi, solo 10 unità, in particolare è cresciuto il commercio con circa 30 unità in più, seguite con 10 unità dai servizi alle imprese. Risulta stabile, rispetto ad agosto del 2021, la domanda di personale nei servizi alle persone, mentre risontriamo un calo del comparto turistico, di circa 40 unità, in valore percentuale -22%.

Massa-Carrara: tra i gruppi professionali crescono le richieste di  professioni tecniche e operai specializzati

L’andamento delle richieste del sistema imprenditoriale locale, per il mese di agosto, mostra, nel livello delle professioni a più elevata qualifica, una crescita per le professioni tecniche, mentre restano stabili le professioni scientifiche e quelle con elevate specializzazioni. Un lieve ampliamento è riscontrato anche nella categoria degli impiegati  che compensano, sempre rispetto al mese di agosto dell’anno precedente, le diminuzioni delle professioni qualificate nelle attività commerciali e nei servizi. Ingrossano le proprie fila invece le professioni con elevata specializzazione (+30 unità), mentre risultano stabili le categorie inerenti i conduttori di impianti e crescono le professioni non qualificate.

Massa-Carrara: quasi  il 50% delle richieste è riferito a personale senza alcuna qualifica

Nella distinzione delle entrate previste per il livello di istruzione si annota che nel mese di agosto si è registrata una crescita della domanda di personale laureato, una quota che rappresenta l’8% del totale, nettamente superiore al 5% registrato nello stesso mese del 2021. Segnali di miglioramento anche nelle richieste di personale con diploma di scuola media superiore, un valore del 28% a fronte del 26% dell’agosto 2021. Mentre si contraggono fortemente le figure che possideno un titolo di studio professionale, passando dal 28% del 2021 all’attuale 15%. La quota maggiore, ed in ascesa a agosto 2022, resta comunque quella delle richieste professionali di lavoratori con nessun titolo di studio, un valore che tocca quota 47%, in crescita di ben 7 punti rispetto l’anno passato e che ormai rappresenta una figura professionale ogni due.

Massa-Carrara: vi sono alcune professionalità più difficili da trovare, rispetto ad altre, nel mercato del lavoro locale

Lo studio ha già sottolineato che il mese di agosto conferma purtroppo le problematiche delle imprese nel ricercare personale da impiegare nelle proprie attività. Nella disamina delle difficoltà di reperimento è stato riscontrato un valore medio abbastanza elevato e pari quasi al 41%, che testimonia, come abbiamo avuto già modo di mettere in evidenza, la criticità orami sistematica, da parte delle imprese, di trovare personale e professionalità adeguate allo svolgimento delle attività lavorative richieste.

Si assite inoltre a valori sopra la media per alcune tipologie lavorativa; addirittura possiamo registrare una difficoltà di reperimento pari al 48% per le professioni con elevata specializzazione. Valori molto accentuati anche nel settore del turismo, dove la voce specifica riferita a cuochi, camerieri e altre professioni dei servizi turistici, mostra una difficoltà di reperimento pari al 48% del totale delle figure richieste. Supera il valore del 54% anche la ricerca di personale non qualificato nei servizi di pulizia e in altri servizi alle persone. La quota record spetta comunque agli operai  delle attività metalmeccaniche ed elettromeccaniche che per le aziende del territorio di Massa-Carrara raggiungono una difficoltà di reperimento pari al 61% del totale.