LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Istituto Regionale Programmazione Economica Toscana, il bilancio chiude con utile di 500mila euro

Più informazioni su

FirenzeIl Consiglio regionale approva a maggioranza il Bilancio di esercizio 2021 dell’Irpet, l’Istituto regionale per la programmazione economica. Approvata, sempre a maggioranza anche una risoluzione a integrazione degli indirizzi definitivi per l’elaborazione del programma di attività dell’anno 2022. Irpet è finanziato dalla Regione, spiega il presidente della commissione Affari istituzionali nel corso dell’illustrazione all’Aula, con un contributo annuale determinato con legge di bilancio e ulteriori contributi regionali e con i proventi dell’attività che Irpet svolge a favore di soggetti pubblici e privati. L’esercizio 2021 si chiude con un utile che supera i 500mila euro, con un incremento del 12,3% rispetto all’utile dell’anno precedente. Questa somma proviene dalle minori spese di funzionamento, dovute principalmente ai minori costi per il direttore e due figure dirigenziali. L’utile deve essere così ripartito: il 20% (circa 100mila euro) destinato ai fondi di riserva, l’80% (circa 400mila euro) deve essere restituito alla Regione. La legge sull’ordinamento dell’Irpet stabilisce che annualmente la Giunta regionale, recepite le indicazioni del Consiglio regionale, approvi specifici indirizzi per l’elaborazione del programma di attività. Di qui la risoluzione messa al voto dell’Aula che prevede, a integrazione dell’attività di Irpet, uno studio relativo all’analisi della diffusione della ricaduta dei principali interventi del Programma di sviluppo rurale e del Psp (Piano strategico nazionale della Pac, la politica agricola comunitaria) 2023-27, e uno studio per la mappatura delle esperienze esistenti e l’analisi modelli di governance in vista della costituzione di un ente strumentale gestione della rete stradale. Il Consiglio ha inoltre approvato all’unanimità un ordine del giorno che prevede la restituzione da parte di Irpet alla Regione di una cifra superiore a 2milioni di euro, frutto dell’accumulo dell’avanzo annuale (il 20% dell’attivo che viene trattenuto ogni anno) e che d’ora in poi venga assicurato a Irpet il mantenimento di una cifra non superiore al doppio del fondo di dotazione (circa 350mila euro). I 2milioni rientrati nel bilancio regionale dovranno essere destinati a progetti in ambito sanitario, sociale e culturale.

Più informazioni su