LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

A Marina di Carrara anche le crociere Royal Caribbean. Conto alla rovescia per Virgin foto

Il direttore generale del terminal, Daniele Ciulli: «C'è l'impegno da parte dell'Autorità di sistema portuale, della nostra società e degli operatori concessionari delle banchine portuali per operare una ventina di scali di navi passeggeri nel corso di questa stagione»

MARINA DI CARRARA – Tra poco più di un mese la prima grande nave da crociera attraccherà al porto di Marina di Carrara. La data prevista è il prossimo 17 maggio, quando, sulla banchina Taliercio arriverà la Valiant Lady di Virgin Voyages: un colosso da 110mila tonnellate, una lunghezza di 278 metri, e una disponibilità di 1400 cabine per quasi 3mila passeggeri e un equipaggio di 1150 persone. Quello di maggio sarà il primo dei dieci attracchi previsti per il 2022

“The Irresistible Med – L’irresistibile Mediterraneo”, si chiama così il tour settimanale che Virgin propone ai suoi clienti e che, oltre a Marina di Carrara, toccherà i porti di Barcellona, Tolone, Ajaccio, Cagliari e Ibiza. I prezzi partono da 1.200 euro a persona. La prima partenza, secondo quanto riporta il sito ufficiale Virgin Voyages, è prevista il 15 maggio dallo scalo catalano per poi giungere nel mare apuano due giorni dopo. Successivamente la Valiant Lady si farà vedere nelle acque apuane ogni due settimane.

Ma Virgin Voyages non sarà la sola grande compagnia ad arrivare con le sue navi da crociera a Marina di Carrara. Dal prossimo settembre sono già in programma gli attracchi di Royal Caribbean. Il primo, quello della Vision of the Seas, sarà il 13 settembre, per poi tornare ogni tre settimane fino al 25 ottobre. La nave arriverà da Civitavecchia dopo essere passata per Barcellona e Nizza. Proseguirà poi da Tolone per tornare al porto di partenza nella capitale catalana.

«A Marina di Carrara – afferma alla Voce Apuana Daniele Ciulli, direttore generale di Spezia & Carrara Cruise Terminal – c’è l’impegno da parte dell’Autorità di sistema portuale, della nostra società e degli operatori concessionari delle banchine portuali per operare una ventina di scali di navi passeggeri nel corso di questa stagione. La prima call dovrebbe cadere proprio nel giorno di Pasqua, con una nave di piccole dimensioni. Seguiranno altri 16-17 ormeggi da parte di navi più grandi, prevalentemente delle compagnie Virgin Voyages e Royal Caribbean. L’obiettivo comune è quello di sviluppare i flussi anche nel mercato crocieristico, nei limiti che consente lo scalo. Bisogna cercare equilibrio tra le funzioni produttive del porto».

«Per quanto riguarda la banchina Taliercio – aggiunge – c’è l’approvazione del ministero all’allungamento di 80 metri e si può pensare che questo guadagno di superficie possa in futuro ospitare un piccolo terminal per l’accoglienza dei passeggeri e, soprattutto, per i servizi di sicurezza».