Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Il regalo “sospeso” arriva a Massa. «Tanta solidarietà per le famiglie in sofferenza»

Il progetto è promosso da Confimpresa Massa-Carrara, Diversamente Splendidi onlus, Insieme e altre realtà e associazioni del territorio

Più informazioni su

MASSA – Le “Scatole di Natale per le famiglie bisognose” fanno il bis: il progetto è partito un anno fa con l’emergenza Covid e quest’anno si ripete, perché l’emergenza ancora non è passata. Molte famiglie potranno usufruire del dono che molti cittadini hanno fatto per altri cittadini in difficoltà, seguendo il progetto promosso su Massa da Confimpresa Massa-Carrara, Diversamente Splendidi onlus, Insieme e altre realtà e associazioni del territorio.

“Le persone hanno risposto bene a questo progetto, sia un anno fa che quest’anno – osserva Daniele Tarantino, presidente di Confimpresa e associazione Insieme –. Ringrazio le persone che hanno donato e i volontari che hanno svolto un grande lavoro. C’è stata molta solidarietà. In questo momento di crisi, c’è bisogno di dare un messaggio di vicinanza a quelle famiglie che purtroppo sono in forte sofferenza – prosegue Tarantino – . E sono in aumento. Natale è il periodo della rinascita e mai come in questi anni segnati dall’emergenza sanitaria ed economica il gesto del dono assume un grande significato”.

Generi alimentari e un disegno o un messaggio destinato a un’altra persona: la città ha contribuito e le scatole di Natale sono pronte per entrare nelle case e portare un sorriso durante queste festività. Verranno ritirate presso la sede di Confimpresa a Massa. “Questo progetto – spiega Tarantino – è nato un anno fa per contribuire a fronteggiare l’emergenza sanitaria e sociale da Covid-19 e proseguirà con iniziative di solidarietà e aiuto per cittadini in difficoltà. Cogliamo l’occasione per annunciare la cena di beneficenza in programma martedì 21 dicembre, al ristorante Ippopotamus in viale Roma, su iniziativa dell’associazione culturale Insieme. Una parte del ricavato andrà in beneficienza alla Misericordia San Francesco di Massa, associazione che da sempre si occupa della cura dell’altro. Per chi volesse partecipare sono aperte le prenotazioni al numero 349 5699269”.

Più informazioni su