Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Sanac, operai arrabbiati e delusi dalla politica: «Risposte a dir poco vergognose»

Il comunicato della rsa dopo il Consiglio comunale di lunedì sera. E mercoledì lavoratori e sindacati saranno ascoltati in commissione Attività produttive della Camera. Nardi (Pd): «Basta tentennamenti»

MASSA – Sono delusi e si sono sentiti abbandonati dalla politica. Sono gli operai Sanac che ieri sera sono intervenuti in Consiglio comunale a Massa per gridare la loro richiesta di aiuto (qui l’articolo). Questa mattina, martedì, la rsu dell’azienda ha inviato un comunicato per esprimere rabbia e sconforto: «Ieri sera – è scritto – in Consiglio comunale, abbiamo letto un comunicato per esternare ancora di più la nostra situazione e soprattutto per essere sostenuti nella nostra vertenza da tutte le forze politiche del territorio comunale di Massa».

«La risposta da parte di tutta la politica massese (che non si allontana molto da quella nazionale) è stata a dir poco vergognosa e poco rispettosa nei confronti degli operai di Sanac. Tutta la politica presente non è stata in grado di stilare un comunicato in sostegno al documento da noi presentato; la nostra delegazione, all’ennesima diatriba, se n’è andata al grido di “Vergogna!”. Siamo rimasti veramente delusi che le forze politiche non si assumano le responsabilità di fronte a questo problema. Se la Sanac si salverà, sarà solo grazie agli operai e alla popolazione che ci sosterrà nella nostra lotta».

L’audizione alla Camera

Intanto domani a Roma una rappresentanza degli operai sarà ascoltata dalla commissione Attività produttive della Camera. Si apre infatti, mercoledì  27 ottobre, con l’incontro con i sindacati e quindi i lavoratori la serie di audizioni alla Camera, fortemente volute dalla presidente della commissione attività  produttive Martina Nardi (Pd), sulla difficile situazione della Sanac.

«La politica non può  avere tentennamenti – ha spiegato la parlamentare massese – ci sono lavoratori che lottano per salvare il loro posto di lavoro e noi dobbiamo lottare insieme a loro, usando tutti gli strumenti a nostra disposizione». Questi potrebbero essere giorni importanti per il futuro della Sanac, al termine di queste audizioni, che vedono coinvolti tutti i protagonisti della vertenza, la situazione sarà sicuramente più chiara. L’onorevole del Pd Martina Nardi non si arrende. «Queste persone aspettano risposte sul loro futuro e la politica deve fare la propria parte». Dopo i sindacati si proseguirà affrontando la gestione commissariale di Sanac, per chiudere la prossima settimana con il governo.