Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Marmo, Confindustria replica a Martinelli: «Sempre pronti a collaborare su progetti concreti»

Fabrizio Santucci, presidente della sezione lapideo degli industriali: «Porre la questione dei ricorsi all’articolo 21 in questi termini, oltre che riduttivo, mi sembra fuorviante per i cittadini e forse strumentale alla campagna elettorale»

CARRARA – “Con grande rammarico ho letto le dichiarazioni dell’assessore Martinelli (QUI l’articolo). Mi riferisco in particolar modo alla presunta distanza tra le imprese e il tessuto sociale. Di quale tessuto sociale parla l’assessore? Le imprese, gli imprenditori, i dipendenti, le loro famiglie non fanno parte anch’essi della comunità? Non fanno parte del tessuto sociale le comunità e tutti gli enti e organizzazioni che hanno potuto contare su fondi e donazioni della Fondazione Marmo Onlus, nata con lo scopo di finanziare progetti di pubblica utilità? Porre la questione dei ricorsi all’articolo 21 in questi termini, oltre che riduttivo, mi sembra fuorviante per i cittadini e forse strumentale alla campagna elettorale e lontano da una corretta disamina dei fatti”. Così interviene Fabrizio Santucci, presidente Sezione Lapideo Confindustria Livorno Massa-Carrara.

“Gli imprenditori sono pronti a partecipare ai progetti di cui parla Martinelli purché siano concretamente realizzabili. Inoltre, dobbiamo tenere in considerazione gli iter burocratici, che l’amministrazione dovrebbe conoscere molto bene, considerando che tanti progetti di riqualificazione urbana non risultano tuttora realizzati, e non per mancanza di fondi. Pertanto, piuttosto che parlare di distanza tra imprese e cittadini io parlerei di una mano tesa verso la città e le istituzioni”.

“Chiaramente – prosegue Santucci – le imprese dovranno contribuire ai progetti in maniera sostenibile. La delegazione locale di Confindustria ha dichiarato la propria volontà di riaprire un tavolo chiedendo un incontro con l’amministrazione per discutere della fattibilità dei progetti perché credo che sia nell’interesse di tutti realizzare opere concrete e non promettere ai cittadini cose irrealizzabili. Gli argomenti usati da Martinelli hanno tutta l’aria di un accenno di campagna elettorale improntata ancora una volta contro le imprese del settore marmo e andando lui stesso ad aumentare quello scollamento tra imprese e città che tanto lamenta”.

“Forse è tardi – conclude – per questa amministrazione, per cominciare a pensare, a come rendere questa città un posto migliore e svilupparne le potenzialità che merita. Ancora una volta mi chiedo perché le aziende del settore della Versilia, della Garfagnana e di Massa abbiano a che fare con un atteggiamento così ostile da parte delle relative amministrazioni. Auspico ancora di poter tornare a sedermi insieme ai miei colleghi attorno ad un tavolo e riaprire la concertazione”.