Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Criptovalute green: occhi puntati su Chia Coin

Più informazioni su

I due temi di investimento che più di ogni altro al momento stanno catalizzando l’interesse dei risparmiatori sono il settore delle criptovalute e quello degli investimenti ecosostenibili. Il primo più che altro per mere aspettative di rendimento -data l’eccezionale volatilità che caratterizza questa tipologia di asset-, il secondo sia per una questione etico-sociale, sia perché, modificandosi lo stile di vita delle persone, tali investimenti potrebbero rappresentare un tema dominante nel futuro prossimo.

Il connubio di questi due mondi è perfettamente rappresentato da Chia Coin, la nuova criptovaluta su cui sono puntati gli occhi di tutti gli addetti ai lavori, poiché potrebbe ripercorrere i fasti della sorella maggiore Bitcoin. Per capire come comprare Chia Coin, è bene analizzare il progetto che caratterizza questo token spiegato in modo dettagliato dagli esperti di Finaria.it, portale di riferimento nel mondo finanziario.

Il progetto Chia Coin

Chia Coin, creata nel 2017 dall’informatico Bram Cohen, già noto come fondatore del protocollo peer to peer BitTorrent per la condivisione di file in rete, è la criptovaluta con una propria blockchain che, nelle intenzioni, dovrà essere utilizzata per emettere asset finanziari, per effettuare pagamenti transfrontalieri e per produrre e distribuire servizi software per il supporto dei protocolli open source.

L’obiettivo principale del progetto è incentrato sulla riduzione dei danni causati dal processo di estrazione delle crypto -in particolare l’impatto negativo di Bitcoin sull’ambiente-, infatti è ormai noto come l’attività di mining provochi un’eccessiva produzione di anidride carbonica e un consumo enorme di energia elettrica. A tal fine, l’idea di Cohen è di sostituire il sistema proof of work del BTC con un’evoluzione, denominata proof of space and time, che ha la capacità di abbassare drasticamente le emissioni di CO2.

Per raggiungere tale risultato, Chia Coin utilizza un software che sfrutta lo spazio disponibile su hard disk o SSD e che, una volta installato, permette di memorizzare numeri crittografici; questi devono essere verificati dal server Timelord che, dopo un processo di analisi andato a buon fine, provvede al rilascio del token.

Sostanzialmente il nuovo linguaggio di programmazione a catena, denominato Chialisp, è destinato a sancire il passaggio ad una nuova generazione di farm e coloro che oggi sono conosciuti come miners (minatori) diventeranno farmers (contadini). Naturalmente, per risolvere eventuali problemi causati dal consumo precoce degli hard disk utilizzati, sono state predisposte delle partnership, per la produzione di hardware specifico, che sia capace di supportare la tecnologia Chia Coin.

Chia Coin e la transizione ecologica

L’approccio green della criptovaluta non poteva non entusiasmare alcune personalità dello showbiz che pongono l’ecosostenibilità al di sopra di tutto: basti pensare all’endorsement di Bill Gates al progetto e alla recente notizia sul passo indietro di Elon Musk, proprio nei confronti di Bitcoin -per non meglio specificati motivi di impatto ambientale- e proprio in favore di Chia Coin.

È opportuno specificare che, trattandosi di una tecnologia abbastanza giovane, le modalità per investire sul progetto sono limitate: la più comune è quella, come già accennato, di ottenere valuta digitale attraverso il processo di farming, che si basa sulla condivisione di spazio sul disco rigido dei propri dispositivi e sulla successiva risoluzione di chiavi crittografate per ottenere in cambio dei Token.

Come acquistare Chia Coin su exchange

Per comprare direttamente Chia Coin si può utilizzare l’exchange Huobi Global -uno dei pochi ad aver quotato l’asset-. Purtroppo non è ancora disponibile la conversione diretta tra valuta fiat e XCH, quindi è necessario un passaggio intermedio su una delle criptovalute principali.

Sottoscrivere i servizi di Huobi, tuttavia, è abbastanza semplice: dopo aver completato il form di iscrizione con i dati anagrafici e aver verificato la propria identità con gli opportuni documenti, si può iniziare ad operare inserendo le credenziali scelte in fase di registrazione. La piattaforma è abbastanza intuitiva nelle su funzioni principali e offre inoltre un set minimo di funzionalità per effettuare l’analisi grafica degli asset trattati.

Più informazioni su