Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Costantino: trenta nuove assunzioni e 20mila euro «per aiutare chi ha bisogno» foto

L'ad di The Italian Sea Group di Marina di Carrara ha donato al sindaco De Pasquale buoni spesa da donare alle famiglie più colpite dalla crisi economica. Poi annuncia la ricerca di nuovi profili da integrare nella sua azienda

MARINA DI CARRARA – Ventimila euro di buoni spesa donati al Comune di Carrara «per aiutare chi ha bisogno». È il regalo che Giovanni Costantino, amministratore delegato di The Italian Sea Group, ha voluto fare alla città così provata dall’emergenza economica legata al coronavirus. La donazione è avvenuta ieri sera, giovedì, nella sede del cantiere di Marina di Carrara alla presenza del sindaco Francesco De Pasquale e del direttore finanziario del cantiere, Filippo Menchelli. «Siamo contenti e onorati – ha dichiarato Costantino – di aiutare chi ha bisogno in questo territorio colpito duramente da questa disastrosa pandemia».

«Ringrazio a nome della città – ha risposto il primo cittadino – la pandemia purtroppo non sta ancora mollando la presa, soprattutto oggi per via dei suoi effetti psicologici ed economici che fino a oggi sono stati pesantissimi. Ci vorrà un po’ di tempo prima di tornare a una normalità non solo in termini di rapporti tra le persone ma anche in termini economici. Temiamo che a breve dovremmo assistere a ondate di licenziamenti per quelle realtà che non sono ancora riuscite a superare questo momento».

I buoni spesa, divisi in carte prepagate da 50 euro, saranno gestiti dal settore Sociale di Palazzo Civico che nei prossimi giorni deciderà le modalità di assegnazione. L’iniziativa è stata anche l’occasione per fare il punto della situazione sul lavoro e sui prossimi passi di Tisg in materia di assunzioni. Oggi il cantiere ha circa 350 dipendenti diretti ma entro fine anno assumerà altre trenta persone.

«Da inizio anno a oggi – ha sottolineato Costantino – abbiamo assunto una sessantina di persone e da qui a fine 2021 ne assumeremo altre trenta. I profili che ricerchiamo riguardano i settori legal, finanziario, marketing, architettura». Un appunto poi l’ad l’ha voluto fare sulle difficoltà di reperire personale per le verniciature: «Non riusciamo a trovare italiani disposti a lavorare con questa mansione, siamo stati quindi costretti a rivolgerci a stranieri. Su 300 verniciatori che ogni giorno entrano in cantiere non c’è neanche un italiano. Ma anche carpentieri non riusciamo a trovarne: ci abbiamo messo un anno per reperirne».