Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Carrara, nuove agevolazioni per i commercianti colpiti dalla crisi covid foto

Il vicesindaco Martinelli: «Impegno quotidiano per la ripresa»

Più informazioni su

CARRARA – Nell’ambito delle iniziative a sostegno del commercio l’amministrazione comunale ha messo in campo un nuovo intervento che punta ad agevolare alcune delle categorie più colpite dagli effetti economici della pandemia. Si tratta di un provvedimento su più fronti che si articola sia attraverso la dilazione dei termini di pagamento dei canoni dovuti sia tramite un’azione di contenimento degli aumenti previsti sulle tariffe, richiesti dalla normativa che impone la parità di gettito.

«Siamo quotidianamente impegnati nel mettere interventi e misure che possano agevolare la ripresa e sostenere quelle attività che più hanno subito i contraccolpi del lockdown e delle misure restrittive. Grazie alla collaborazione degli uffici, cerchiamo di cogliere tutte le opportunità che offrono le norme nazionali perché siamo ben consapevoli delle difficoltà che in particolare il mondo del commercio sta attraversando. Dopo gli interventi a favore dei ristoratori, con la delibera di oggi proviamo a dare una mano al commercio in sede fissa e agli ambulanti» ha spiegato il vicesindaco Matteo Martinelli, titolare della delega ai Tributi.

In particolare il provvedimento varato oggi rinvia al 31 maggio la scadenza per il pagamento del canone unico patrimoniale e del canone mercatale: da inizio anno il canone unico patrimoniale è andato a sostituire le vecchie Tosap, Icp e Dpa mentre il canone mercatale ha preso il posto della tassa di occupazione del suolo pubblico per i mercati. Il termine da regolamento, fissato al 31 marzo, era già stato spostato al 30 aprile e per effetto del nuovo provvedimento viene dilazionato ulteriormente al 31 maggio. Con la delibera approvata oggi, inoltre, l’amministrazione ha esteso a tutte le tipologie di mercato (alimentari, artigianali, etc) che verranno organizzate sul territorio comunale l’esenzione totale dal pagamento del canone unico, già prevista dalle norme statali per gli altri mercati.

Il provvedimento sarà valido fino al 30 giugno, con la possibilità di ulteriori proroghe sulla base della normativa nazionale. In riferimento al canone unico inoltre è stata disposta l’applicazione di una riduzione delle maggiorazioni previste, con l’obiettivo di contenere le tariffe 2021 sui livelli di quelle dell’anno precedente.

Più informazioni su