Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Domenica riparte il mercato estivo a Marina di Carrara. Suolo pubblico, esenzione fino al 30 giugno

Il sindaco De Pasquale: «A stretto giro inoltre annunceremo l’organizzazione di un mercato straordinario, il 1° maggio, nel quartiere della Prada ad Avenza Ovest»

MARINA DI CARRARA – Nell’ambito delle iniziative a sostegno del commercio, l’amministrazione comunale ha approvato oggi due delibere: una anticipa l’avvio del mercato estivo a Marina di Carrara, l’altra proroga le agevolazioni all’utilizzo del suolo pubblico varate lo scorso giugno. La prima ordinanza autorizza lo svolgimento del stagionale estivo che si tiene ogni domenica a Marina di Carrara.

«Il primo mercato si terrà domenica 25 aprile: i banchi sul litorale torneranno poi ogni domenica fino al 29 agosto. A stretto giro inoltre annunceremo l’organizzazione di un mercato straordinario, il 1° maggio, nel quartiere della Prada ad Avenza Ovest. Con queste iniziative vogliamo dare un segnale di sostegno agli ambulanti che hanno sicuramente sofferto in modo pesante le restrizioni imposte dalle norme di contenimento della pandemia» ha spiegato il sindaco, Francesco De Pasquale che al momento ha in carico la delega al commercio.

Per consentire lo svolgimento in sicurezza del mercato, tutte le domeniche, dalle ore 7.00 alle ore 20.00, nel periodo compreso tra il 25 aprile e il 29 agosto, nell’area limitrofa viene istituto un divieto di transito e sosta, con rimozione di tutti i veicoli e le consuete modifiche alla viabilità.

Sempre oggi la giunta ha approvato la proroga fino al 30 giugno delle agevolazioni sul suolo pubblico varate lo scorso anno: si tratta del procedimento amministrativo di rilascio di nuove concessioni di suolo pubblico o estensione di occupazioni già esistenti. Il provvedimento, solleva le attività dal pagamento del suolo pubblico e dei diritti di segreteria e snellisce le pratiche per il rilascio di nuove concessioni o estensione di occupazioni già esistenti

«Con questa proroga accogliamo alcune richieste che ci sono arrivate dalle attività di ristorazione e somministrazione. Sappiamo che con la pandemia la richiesta di spazi all’aperto è cresciuta. Nei prossimi giorni metteremo a punto altri provvedimenti, soprattutto in riferimento alla chiusura delle strade per garantire maggiori superfici per la disposizione dei tavoli» ha dichiarato il primo cittadino.