LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Il Reddito di cittadinanza aiuta più di 3.600 famiglie a Massa-Carrara

I dati dell'Inps provinciali e regionali: oltre 7mila le domande presentate in terra apuana da aprile 2019 a dicembre 2020

MASSA-CARRARA – Sono 59.078 le domande di Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza accolte in Toscana da aprile 2019, mese dell’introduzione degli strumenti di sostegno, a dicembre 2020, il mese scorso. Sono poi 35.030 le domande toscane respinte o cancellate e 7.722 quelle in lavorazione: complessivamente, quindi, nella nostra regione sono state presentate 101.630 domande per Reddito e Pensione di cittadinanza. E ancora, sono attualmente 42.209 i nuclei famigliari toscani percettori di un Reddito o una Pensione di cittadinanza (per un totale di quasi 90mila persone coinvolte), dell’importo medio mensile di 448,67 euro. La parte del leone la fa il Reddito, che riguarda 35.979 (oltre 80mila persone toccate) dei 42.209 nuclei famigliari menzionati. I dati attivano dall’Osservatorio Inps su Reddito e Pensione di cittadinanza, studio periodico che fornisce anche alcuni dati di carattere provinciale.

Ad esempio, sono 4.843 le domande accolte, per i due strumenti di sostegno, nella provincia di Massa-Carrara; 751 quelle decadute o revocate; 453 quelle giunte a termine; 436 quelle in lavorazione; 1.915 quelle respinte o cancellate. Il totale apuano da aprile 2019 a dicembre 2020 è quindi di 7.194 domande per Reddito e Pensione di cittadinanza.

E ancora, a Massa-Carrara sono 3.137 le famiglie a cui arriva un Reddito di cittadinanza (6.658 persone coinvolte), il cui valore medio mensile è di 527 euro; la Pensione di cittadinanza riguarda invece 502 nuclei (totale 550 individui), con importo medio 252 euro. Reddito e Pensione di cittadinanza, quindi, nella nostra provincia interessano poco più di 3.639 famiglie (7.208 individui).