Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«Cedere il Bagno Principe a Bernardeschi? È un po’ come farlo rimanere in famiglia» foto

Parla Tiziana Nicodemi, la titolare dello stabilimento balneare di Marina di Carrara che dal 1° gennaio sarà di proprietà del calciatore della Juventus

MARINA DI CARRARA – Dal prossimo 1° gennaio il Bagno Principe di Marina di Carrara passa nelle mani del calciatore della Juventus, il carrarese Federico Bernardeschi. Confcommercio Lucca e Massa-Carrara saluta «con grande affetto» Tiziana Nicodemi, storica iscritta all’associazione, che a partire dal 2021 non sarà più l’amministratrice dello stabilimento rilevato dal calciatore della Juventus Federico Bernardeschi, carrarino doc e legato in modo speciale al bagno che lo ha visto crescere.

«Questo stabilimento – dice la signora Nicodemi – è nato nel 1958 grazie a mio padre Alido Franco che lo ha gestito fino al 2012. In quel momento assieme ai miei fratelli Franca e Francesco abbiamo creato una società per portare avanti l’impresa di papà e uno stabilimento che ci ha visti crescere e diventare adulti. Per tutta la vita ho pensato che non lo avremmo mai ceduto, perché ci risultava impossibile l’idea di vivere senza. E dire che di offerte importanti ne abbiamo ricevute. Poi è arrivato Federico e con lui è stato diverso: ci ha fatto capire di essere davvero tanto legato a questo stabilimento dove i suoi genitori erano clienti affezionati sin da quando lui era bambino. E cederlo a lui ci è sembrato un po’ come far rimanere il Bagno Principe in famiglia, consapevoli non solo che il suo futuro sia in buone mani, ma che verrà portato avanti con spirito moderno e al tempo stesso nel solco della tradizione».

«Sin da piccolo – aggiunge Nicodemi – Federico aveva una passione sfrenata per il gioco del calcio. Mi ricordo quando all’età di 3-4 anni costruimmo per lui un piccolo campo da calcio sulla spiaggia, per impedirgli di prendere a pallonate tutto quanto gli passasse davanti. Ovviamente lo dico con grande affetto: è sempre stato un bimbo e poi un ragazzo adorabile. Ho fatto studi artistici – conclude la titolare del Principe – e mai avrei pensato di ritrovarmi imprenditrice, ma la vita a volte ci sorprende. Anzi, forse questo mi ha permesso di mettere un tocco artistico in un lavoro in cui la fantasia è comunque importante».

«All’amica Tiziana va il saluto affettuoso della nostra associazione», cui si aggiunge quello personale di Stefania Frandi, presidente regionale del Sib, sindacato balneari di Confcommercio, oltre che titolare a sua volta di uno stabilimento a Marina di Carrara: «Rivolgo il più sincero saluto a titolo personale e in qualità di presidente regionale del Sib Confcommercio Toscana alla nostra collega Tiziana Nicodemi – dice Frandi – e a tutta la sua famiglia che hanno cessato in questi giorni la loro attività di imprenditori balneari. Ricordiamo con piacere l’attiva partecipazione al nostro sindacato sin dai lontani anni ’50 e la capacità del loro Bagno Principe di rappresentare validamente la vocazione turistica del nostro territorio».