LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«Sempre più famiglie in seria difficoltà». A Massa tornano i buoni spesa e i contributi per affitti e bollette

Ecco come ottenerli. L'assessore Zanti: «L’amministrazione ha deciso di incrementare, di ben 75mila euro, il budget annuale destinato a contrastare il disagio socio-economico»

MASSA – Riparte a  Massa la campagna “Buoni Spesa” sostenuta dal nuovo Fondo della Solidarietà Alimentare che permetterà agli aventi diritto di acquistare generi alimentari e beni di prima necessità presso gli esercizi commerciali convenzionati. I beneficiari saranno individuati con le stesse modalità già utilizzate durante il primo confinamento nella primavera scorsa.

Le domande potranno essere presentate a partire dal 28 di novembre e fino al 20 dicembre e andranno recapitate al Comune utilizzando in via prioritaria la casella di posta elettronica: buonispesa@comune.massa.ms.it o tramite lo “Sportello Sociale”. Solo per coloro che non dispongono di posta elettronica le domande potranno essere  presentate in forma cartacea e depositate in un’apposita cassetta che sarà posizionata nell’area esterna dell’Urp comunale nei giorni di apertura dell’Ufficio in orario 9-12.

Oltre al sostegno alimentare l’amministrazione Persiani ha deciso di incontrare le esigenze di chi è più in difficoltà incrementando con risorse proprie il budget a disposizione del servizio Sociale per il sostegno al pagamento delle utenze domestiche o dei canoni di locazione.

«Ogni giorno – afferma l’assessore al Sociale, Amelia Zanti – ci giungono richieste di aiuti straordinari da parte di famiglie che si trovano in seria difficoltà a causa del protrarsi del periodo pandemico. Il servizio Sociale ha purtroppo registrato un incremento delle situazioni di disagio economico e un aumento delle richieste di aiuti per fronteggiare le spese relative alle utenze domestiche o al pagamento delle mensilità dei canoni d’affitto. Si tratta per la maggior parte di situazioni determinate dall’interruzione dell’attività lavorativa ed è per questo che l’amministrazione ha deciso di incrementare, di ben 75mila euro, il budget annuale destinato a contrastare il disagio socio-economico».

«Con la variazione di bilancio del 23 novembre – aggiunge Zanti – abbiamo infatti destinato al Sociale queste ulteriori risorse e le abbiano indirizzate al sostegno delle famiglie che si trovino nel disagio socio economico aggravato dall’emergenza sanitaria in corso. Voglio precisare che si tratta di risorse che andranno a finanziare un contributo straordinario per coloro che non riescono a pagare i canoni di locazione o le utenze domestiche e che l’erogazione  avverrà secondo le modalità ordinarie seguite dagli uffici dietro presentazione di un’apposita domanda. Ancora una volta l’amministrazione Persiani risponde con  fatti concreti alle esigenze del territorio dimostrando la volontà di non lasciare indietro nessuno».