LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Lavoro, Cisl alla Regione: «Situazione difficilissima, che può diventare drammatica. Serve un intervento deciso, subito»

Più informazioni su

TOSCANA – «La situazione del lavoro in Toscana è difficilissima, ma diventerà drammatica se non verranno presi provvedimenti. Serve un intervento deciso e importante della Regione e serve subito». A dirlo è il segretario generale aggiunto della Cisl Toscana, Ciro Recce.

«È dal terzo trimestre dello scorso anno, ben prima del Covid dunque – spiega Recce – che l’occupazione in Toscana è in calo; un segno negativo che si è ulteriormente e ovviamente aggravato nel 2020, quando nel 2 trimestre il calo è stato di oltre 37 mila occupati. Questo fenomeno – continua il segretario Cisl – associato al numero di persone che non studia e non cerca lavoro, al decremento del reddito disponibile delle famiglie toscane (-3,5%), al netto calo demografico delle imprese, che determina un serio impoverimento del tessuto produttivo nella nostra regione, rendono molto preoccupanti i prossimi mesi. E se la scadenza del blocco dei licenziamenti non dovesse essere rinnovata, si creerebbero seri problemi per migliaia di lavoratori».

«Serve dunque un intervento tempestivo – conclude Recce – non aspettiamo che la situazione diventi ingestibile: oggi possiamo ancora agire, dopo potremo solo piangere. Servono più risorse per il lavoro, la formazione e più in generale per le politiche attive, un nuovo piano integrato per l’occupazione che ha prodotto negli anni scorsi ottimi risultati. Risorse che la Regione deve mettere in campo il prima possibile per evitare che la situazione diventi drammatica».

Più informazioni su