LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Covid e Dpcm fermano la nuova fiera del lapideo: Ma.r.mo. rinviata al 2021

La conferma da Carrarafiere: «Decisione sofferta ma inevitabile a fronte delle limitazioni sempre più severe agli spostamenti di persone e merci, nonché alla nuova impennata della curva epidemiologica»

CARRARA – A seguito dell’emanazione del nuovo Dpcm contenente le misure per il contrasto e il contenimento dell’emergenza Covid-19, stante la perdurante emergenza sanitaria e il costante incremento dei contagi registrato nelle ultime settimane, Imm-CarraraFiere rivede la pianificazione degli eventi prevista per il 2020 e posticipa la manifestazione dedicata al lapideo, a calendario dal 28 al 30 ottobre di quest’anno presso il polo fieristico-congressuale di Marina di Carrara, in attesa di condizioni più auspicabili per la sua realizzazione.

«Una decisione sofferta ma inevitabile – commenta l’ente fieristico – a fronte delle limitazioni sempre più severe agli spostamenti di persone e merci, nonché alla nuova impennata della curva epidemiologica alla quale stiamo assistendo. Congelato, dunque, il programma incoming commerciale estero realizzato in collaborazione con Ice Agenzia e Maeci, così come le iniziative convegnistico-seminariali caratterizzanti il format rivolte ad ingegneri minerari e architetti».

«Visto il carattere dell’urgenza che la recrudescenza della pandemia sta imponendo in queste ore – aggiunge Imm – alla luce del nuovo Dpcm che pone nuove regole anche per il settore fieristico-congressuale, primaria necessità dell’azienda è quella di dare garanzie di sicurezza ai partecipanti e di ottenere le migliori condizioni di realizzazione delle manifestazioni in programma. In considerazione dello stato avanzato dei lavori di organizzazione e programmazione dell’evento che propone contenuti  per lo sviluppo di un nuovo modello di business, sarà valutata la possibilità di organizzare una preview di MA.R.MO. edizione 2021 secondo tempi e modalità che saranno tempestivamente comunicate dalla società».