LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Nuovo Pignone raddoppia gli investimenti ed estende la produzione: 30 milioni in più per il cantiere di Avenza foto

La decisione arriva alla luce della rinuncia di Baker Hughes di ampliare la produzione a Piombino «dopo accurate valutazioni tecniche e commerciali»

CARRARA – Un investimento da 30 milioni di euro per ampliare e potenziare lo yard di viale Zaccagna. Nuovo Pignone (società del gruppo statunitense Baker Hughes) estende la produzione nel cantiere di Avenza dove si assemblano i moduli industriali per la compressione del gas e la generazione di energia elettrica. La notizia è stata data questa mattina, martedì, dal Sole 24 Ore.

«L’ampliamento è necessario per installare nuovi impianti – spiega l’azienda – che consentiranno di effettuare, per la prima volta nell’industria dell’oil & gas, una prova di funzionamento a carico di un turbocompressore di alta potenza in una struttura modularizzata».

L’operazione – scrive il principale quotidiano finanziario italiano – comporterà l’aggiunta di un impianto di compressione del gas combustibile e del relativo circuito di alimentazione delle macchine, di un impianto di raffreddamento acqua per 100 megawatt e nuove utilities per la prova. L’impianto è in corso di realizzazione e sarà completato entro marzo 2021.

Il cantiere di Avenza – ricorda il Sole – oggi si estende su 240mila metri quadrati e ospita dieci basamenti per l’assemblaggio di moduli industriali grazie a un investimento di 32 milioni a cui adesso si aggiungeranno questi 30 milioni per complessivi 62 milioni investiti nell’ultimo decennio.

E questo mega investimento arriva alla luce della rinuncia di Baker Hughes di ampliare la produzione a Piombino: «Dopo accurate valutazioni di carattere tecnico e commerciale – aggiunge l’azienda – alla luce delle riviste tempistiche di realizzazione del progetto, e data la carenza di infrastrutture necessarie di servizio pubblico a uso industriale nell’area portuale, abbiamo deciso di orientare l’investimento previsto su Piombino al potenziamento del cantiere industriale già esistente ad Avenza».