LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«Lavoratori Cup e appalti, ancora diversi nodi da sciogliere» foto

Il segretario Fp Cisl, Enzo Mastorci: «L'accordo con Coob ci soddisfa abbastanza, quello con Formula Servizi invece è in divenire»

LUNIGIANA – «Passaggio di appalto sui CUP, non ci sono ad oggi le necessarie garanzie».  Enzo Mastorci, segretario Fp Cisl Toscana, a intervenire di nuovo sul caso della tutela dei lavoratori del Cup. «Con il Consorzio COOB che gestirà parte dei servizi attraverso le Cooperative Samarcanda e Nuova Giovanile l’accordo è stato sottoscritto e ci lascia abbastanza soddisfatti poiché per qualche lavoratrice c’è stato anche un lieve miglioramento salariale e nessuna penalizzazione per gli/le altri/e lavoratrici. Rimane da sciogliere il nodo del “configuratore” che così come prodotto dalla ASL produrrebbe un plus di ore che abbiamo chiesto di contrattizzare. Dopo mesi ancora non è chiaro quante ore/lavoro produrrà il nuovo sistema CUP che si svilupperà con il Progetto del Consorzio Nazionale Servizi. Il nuovo Servizio terrà conto degli accessi, dei tempi di risposta e della qualità del Servizio stesso. Le lavoratrici sono ben formate e pronte alla sfida ma non vorremmo assistere ad un lavoro a “ cottimo “ che anzichè premiare lavoratrici e lavoratori premiasse le Aziende. Ancora in divenire l’accordo per le altre 90 persone circa che passeranno sotto la Direzione di Formula Servizi che si è dimostrata molto resistente nell’accogliere le richieste delle Organizzazioni Sindacali. Rimandata a futuri incontri la richiesta di adeguamento del livello contrattuale già oggetto di vertenze con le vecchie aziende. Nella bozza di accordo al di là delle istanze accolte verbalmente non c’è un impegno specifico e diretto sulla contrattizzazione delle ore lavoro svolte con continuità. Al momento non ci sono garanzie sul mantenimento dello stesso posto di lavoro se non come impegno verbale».

«Organizzazioni sindacali ed anche aziende sono strette nella morsa della Regione Toscana – prosegue Mastorci – che attraverso ESTAR ha ordinate che il cambio di appalto avvenga il giorno 17 agosto. Come CISL FP esprimiamo il nostro rammarico e la nostra delusione per come un Servizio fondamentale come il CUP, prima interfaccia dell’utenza verso il Servizio Sanitario Pubblico, sia lasciato allo sbaraglio dalle Istituzioni. Tutti nelle manifestazioni hanno manifestato vicinanza e non hanno fatto mancare verbalmente il loro apporto poi nel momento in cui si traggono le conclusioni si fanno i conti con una totale disorganizzazione e distanza tra chi dirige e chi eroga i servizi. La bozza di Legge regionale per l’internalizzazione non c’è ma la Regione Toscana si è limitata ad approvare alcune mozioni. Con gli accordi proposti si contrattizzeranno ben meno delle 2633 ore che la ASL Nordovest dichiara di mettere a disposizione. Anche i CUP passano in un batter d’ali dall’essere il perno fondamentale ed imprescindibile della Sanità ad essere lavoratrici e lavoratori di serie C».