LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

La Carrara del futuro, Bruschi: «Adozione Poc entro gennaio»

L'assessore all'urbanistica: «Nel corso del nostro mandato riusciremo a ridisegnare e rinnovare tutti gli strumenti urbanistici di governo del territorio dando alla città nuove prospettive di sviluppo»

Più informazioni su

L’autorità di bacino distrettuale dell’Appennino settentrionale ha esaminato con parere favorevole le valutazioni fatte dal Comune di Carrara sul rischio idraulico riguardante il reticolo principale nel territorio comunale, vale a dire il torrente Carrione. Lo ha annunciato nell’ultima seduta della commissione Urbanistica, presieduta da Daniele Raggi, l’assessore Maurizio Bruschi spiegando che incassato questo parere l’amministrazione potrà procedere all’adozione del Piano Operativo Comunale.

Dopo un’attesa di due anni e mezzo il municipio sta dunque avviando le procedure necessarie a portare in Consiglio comunale l’adozione del Piano, con una seduta che si terrà entro la fine del mese di gennaio. In commissione sono state discusse alla presenza dell’ingegner Andrea Benvenuti e del geologo Alberto Tomei – rispettivamente titolare dell’incarico per le indagini sul rischio idraulico e per indagini geologiche e sismiche – gli aggiornamenti delle pericolosità relative al quadro conoscitivo del Piano Strutturale vigente riguardanti il rischio sismico e idraulico. La parte riguardante le valutazioni geomorfologiche era già stata portata all’attenzione del Consiglio Comunale nell’aprile del 2018.

«L’adozione del Poc è adesso davvero imminente, procederemo entro la fine di gennaio a completare l’iter di questo strumento fondamentale per il governo del territorio. Ma il nostro lavoro non si ferma qui: stiamo mettendo a punto un nuovo Regolamento edilizio, stiamo provvedendo all’avvio del nuovo Piano Strutturale, che poi verrà adottato. Dopo aver già adottato i Piani Attuativi dei Bacini Estrattivi, lo scorso luglio, stiamo perfezionando la loro approvazione. Questo significa che nel corso del nostro mandato riusciremo a ridisegnare e rinnovare tutti gli strumenti urbanistici di governo del territorio dando alla città nuove prospettive di sviluppo» ha commentato l’assessore all’Urbanistica Maurizio Bruschi.

«Con questa riunione riprende il lavoro sul Piano Operativo e si apre l’ultima serie di sedute prima dell’adozione. Si tratta del rush finale prima di dedicarci ad altri importanti strumenti di governo del territorio» ha aggiunto il presidente della commissione Urbanistica Daniele Raggi.

Più informazioni su