Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Sanac, la questione al Mise: il futuro passa per l’accordo sindacale

Dopo la presentazione dell'offerta di Arcelor Mittal si è svolto un tavolo al Ministero dello sviluppo economico. Ferri (Pd): «Positivo, ma rischia di deresponsabilizzare il governo»

Più informazioni su

Tavolo al Ministero dello sviluppo economico questa mattina, mercoledì, sulla vicenda Sanac, l’azienda metalmeccanica di Massa del gruppo Ilva, per la quale Arcelor Mittal ha presentato nei giorni scorsi l’unica offerta per rilevare l’impresa. Offerta che sarà valutata venerdì 14 dicembre. Presente all’incontro il deputato del Pd Cosimo Ferri.

«Ho tenuto molto ad essere presente al tavolo – ha detto Ferri – in cui si trattava del destino di una azienda strategica per il territorio di Massa e per l’intero Paese. Singolare la procedura di confronto adottata dal ministro Di Maio, che consente ai parlamentari di partecipare alle riunioni senza poter intervenire. Se questa è la trasparenza… È stato molto utile comunque ascoltare le parti perché l’interesse è quello di capire il futuro dell’azienda e di essere accanto ai lavoratori.
Il governo la scorsa settimana, rispondendo alla mia interrogazione, ha annunciato la presentazione di una unica offerta da parte di Arcelor Mittal, il cui contenuto verrà esaminato venerdì 14 dicembre».

«Come condizione contrattuale imprescindibile per l’esito della vicenda – ha spiegato il deputato – è stato previsto l’accordo sindacale. Da una parte questo elemento è positivo, perché va nella direzione di salvaguardare gli aspetti occupazionali e di tutela dei lavoratori. Dall’altro lato, però, rischia di deresponsabilizzare il Ministero nella trattativa. Per questo chiedo al ministro Di Maio di seguire in prima persona questa vicenda senza lasciare tutta la responsabilità della trattativa alle parti. Il Ministero deve essere guida e garante di un accordo che tuteli il futuro di Sanac, chiedendo la predisposizione di un piano industriale adeguato che tuteli l’occupazione e porti Sanac a raggiungere il potenziale produttivo che le è proprio».

Più informazioni su