LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

L’artista colombiana Patricia Glauser ospite della residenza artistica Bernardo Rossi a Torano

CARRARA – «Un’esperienza incredibile. Sono onorata di avere avuto questa opportunità per cui ringrazio la comunità di Torano ed il direttore artistico Emma Castè. Lavoro il marmo per la prima volta. Ho sempre avuto un grande rispetto per questa materia. Il mio percorso artistico è molto lontano dalla pietra. Non immaginavo fosse così faticoso»: parla l’artista colombiana Patricia Glauser, selezionata dal Comitato Pro Torano per la seconda edizione della residenza artistica intitolata a Bernardo Rossi nell’ambito della 24esima edizione di Torano Notte e Giorno con l’obiettivo di avvicinare alla lavorazione del marmo artisti che provengono da esperienze espressive e tecniche anche molto lontane.

La Glauser sarà ospitata per due settimane, fino al 13 agosto, nel laboratorio di Michele Monfroni, dove, con la supervisione della tutor Ilaria Adrastea Bertagnini, potrà realizzare il progetto per cui è stata selezionata. Promossa dal Comitato Pro Torano con il patrocinio della Regione Toscana e Comune di Carrara ed il fondamentale sostegno della Fondazione Cassa Risparmio di Carrara, la residenza artistica Bernardo Rossi è alla seconda edizione. Lo scorso anno, in occasione della prima edizione, gli artisti ospiti erano stati il siciliano Domenico Pellegrino ed il toscano Carlo Galli.

In Italia dal 1998 dove era arrivata per studiare arte alla Lorenzo de Medici Art School di Firenze, città dove oggi vive e lavora, nel 2000 la Glauser frequenta la scuola Art’E, dove partecipa a corsi di disegno e pittura. Segue anche il corso di Decorazione pittorica all’Istituto Statale d’Arte di Porta Romana. Nel 2001 s’iscrive all’Accademia di Belle Arti di Firenze dalla quale si diploma in pittura nel 2006. Nel 2009 si iscrive al master in Arti Visive alla Libera Accademia di Belle Arti di Firenze (LABA) dove lavora come insegnante di anatomia artistica fino al 2013. Tantissime le mostre, i riconoscimenti ed i premi collezionati dall’artista colombiana in Italia che a Torano lavorerà per la prima volta il marmo (il blocco è stato donato dalla Maac Marmi).

«Ho scelto – racconta la Glauser – un pezzo di marmo grezzo e scuro per dare sostanza al mio progetto artistico che ricalca quelle che sono le tematiche che, con altre forme e tecniche, esplodo con la mia arte. Da questo pezzo di pietra apparentemente morto farò sgorgare la vita rappresentata dal grembo e dai seni di una donna. Così come la pietra nasce dalla montagna, la vita nasce dal grembo materno. L’opera che ho immaginato è una trasposizione della donna forte che genera la vita”. Poi spiega: “Ho sempre cercato di esprimere la mia idea di arte attraverso la tecnica. Mi sono avvicinata a tutti i materiali contemporanei come la resina, la vetroresina. Ma il marmo è qualcosa di veramente speciale e prezioso».

L’artista colombiana aveva partecipato come artista a tre differenti edizioni di Torano Notte e Giorno: «Il paese mi ha accolto molto bene. Mi stanno facendo sentire a casa e finalmente ho anche l’occasione di conoscere e godermi Carrara, i suoi laboratori, la sua storia. Non ho accettato di essere ospite della residenza solo per lavorare il marmo una sola volta, ma per iniziare un nuovo percorso artistico». Per informazioni, programma ed aggiornamenti vai alla pagina Facebook @ToranoNotteEGiorno.