LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

“Alessandro Malaspina, un grande navigatore dimenticato” ad ArchiviAmo

CARRARA – Il prossimo venerdì 10 giugno, alle 18, presso l’Archivio “Flavio Costantini” in via Finelli 9B, nei pressi della Porta del Bozzo, a Carrara si terrà una Conferenza su “Alessandro Malaspina, un grande navigatore dimenticato”. L’iniziativa rientra nella manifestazione “ArchiviAmo” promossa dalla Provincia di Massa e Carrara nella settimana che va dal 4 all’11 giugno.

La Conferenza sarà tenuta dal prof. Riccardo Canesi (docente di Geografia e curatore del sito www.sosgeografia.it ) che dal 2010, anno del bicentenario della morte, si occupa del grande navigatore.

Malaspina nacque a Mulazzo nel 1754 dal Marchese Carlo Morello. Dopo aver completato gli studi presso il prestigioso Collegio Clementino a Roma, entrò nella Marina Spagnola nel 1774. Fra il 1786 ed il 1788 compì un periplo del globo sulla fregata Astrea. Quindi il 30 luglio 1789 salpò con le corvette Descubierta e Atrevida per realizzare la più grande spedizione scientifica dell’epoca moderna per conto del governo spagnolo. La spedizione toccò la regione del Rio de la Plata, la Patagonia, la costa americana sul Pacifico sino al 60° parallelo nord, le Filippine, la Nuova Zelanda, l’Australia e l’arcipelago del Vavao (Tonga).  Rientrato dal viaggio, il 21 settembre 1794, fu arrestato l’anno successivo con l’accusa, peraltro mai provata, di congiura. Fu liberato soltanto nel 1803, per intercessione di Napoleone. Esiliato dalla Spagna, rientrò in patria, dove si occupò dei problemi politici ed amministrativi della Lunigiana durante l’epoca napoleonica. Morì a Pontremoli nel 1810.

Per rimarcare l’importanza scientifica delle sue esplorazioni si ricorda che il più grande ghiacciaio pedemontano del mondo, che si trova in Alaska, prende il suo nome così come due montagne in Canada e in Alaska, un fiordo in Nuova Zelanda, l’Università dell’isola di Vancouver (in Canada), un vulcano nelle Filippine, un prestigioso Premio scientifico in Spagna e tanto altro.

La conferenza sarà aperta dalla padrona di casa, prof.ssa Anna Costantini che racconterà la genesi e le caratteristiche dell’Archivio dedicato a suo padre Flavio. Per partecipare occorre scrivere a info@archivioflaviocostantini.org E’ gradita la mascherina.