Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Sveva Casati Modignani, De Cataldo, Campo a Marina di Massa: nasce ‘Lungomare da leggere’

Da un'idea di Marco Vichi, autore teatrale e romanziere, padre del commissario Bordelli, assieme a Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, è stata presentata la prima edizione: letture, incontri con autori affermati ed esordienti, performances teatrali sulle letture, laboratori per i più piccoli

MARINA DI MASSA – Conoscevamo i 10 diritti del lettore che Daniel Pennac ci ha scritto (il diritto di non leggere, il diritto di saltare le pagine, il diritto di non finire il libro, il diritto di rileggere, il diritto di leggere qualsiasi cosa, il diritto al bovarismo, il diritto di leggere ovunque, il diritto di spizzicare, il diritto di leggere ad alta voce, il diritto di leggere a bassa voce), ma grazie a Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara e alla amministrazione Persiani, abbiamo scoperto l’esistenza di un altro diritto del lettore che viene così ad aggiungersi: il diritto di ascoltare. Prende vita infatti sul lungomare di Marina di Massa, per quella che ha l’ambizione di diventare la prima edizione di un appuntamento culturale abituale, “Lungomare da leggere”. Dal 23 al 26 giugno si leggerà ad alta voce, si ascolterà la voce di scrittori noti ed esordienti, si ascolterà musica e lettura con attori ed attrici, si coinvolgeranno adulti e i più piccoli e gli scenari saranno Villa Cuturi e il Pontile, anche se, come ci spiega Emanuela Mazzi direttrice di Con_vivere, l’aspirazione è, con il tempo, di allargarsi a tutto il lungomare. Sveva Casati Modignani, Giancarlo De Cataldo, Rossana Campo, Marco Vichi e Leonardo Gori: sono le penne conosciute e amate dal grande pubblico. Accanto a loro ci saranno gli esordienti e promettenti, già autori delle loro prime opere baciate dal successo: Davide Quinci (alias DJ Morgan), Gian Andrea Cerone e Melania Soriani. Non mancheranno laboratori per i bambini, le letture ad alta voce grazie all’associazione Lav e ai lettori volontari della Biblioteca “S. Giampaoli” di Massa, che ascolteremo letteralmente assediati dal mare presso il pontile marinello, oltre agli incontri con gli scrittori presso Villa Cuturi.

La prima fascia oraria (18:00) sarà dedicata ai più piccoli facendo seguire nelle varie giornate diversi momenti di incontro con gli autori e letture dal vivo curate da Nati per Leggere e dai volontari della Biblioteca civica di Massa. Ospiti della sezione dello spazio bambini saranno anche lo scrittore Alessio Biagi assieme alla pittrice Chiara Mannarà e l’illustratore Giancarlo Caligaris. Le letture destinate a tutti  saranno dedicate ad autori importanti del Novecento italiano e si svolgeranno in due momenti. Alle 19, presso il Pontile, sarà la volta delle letture dell’associazione Lav, alle 22:30 nel giardino di Villa Cuturi chiuderà il programma di ogni giornata l’appuntamento di lettura dal vivo e teatrale accompagnato da musica.

Un’idea nata dallo scrittore, sceneggiatore e drammaturgo Marco Vichi, che con il nostro territorio ha un legame solido e radici profonde, e fatta immediatamente propria dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara. A proposito di territorio, è il sindaco Francesco Persiani a osservare per primo che il nostro territorio coincide con il territorio della provincia: « È un enorme piacere avere accanto a me Enrico Isoppi presidente della Cassa di Risparmio di Carrara – dà il benvenuto il primo cittadino-a  cui dobbiamo riconoscere questa grande sensibilità per territorio e cultura. Abbiamo sposato subito questa proposta – spiega di slancio il sindaco – il mio grazie va anche a Marco Vinchi per l’attenzione che ha per il territorio. Esprimiamo la massima soddisfazione».

«Confermo quanto detto dal sindaco: il territorio è il territorio della nostra provincia – prende la parola anche il presidente della Fondazione – dopo la Lunigiana con il premio Bancarella che avevamo contribuito a creare e dopo Con-vivere a Carrara, manifestazione con un’eco che sconfina oltre il nostro territorio, ci sembrava giusto portare un messaggio culturale anche a Massa. Quando Marco lo ha proposto a Emanuela, non abbiamo avuto dubbi. È un progetto che oltre ad avere un importante valore culturale, promuove sviluppo economico, turistico e alla fine anche sociale. Perché non è vero come disse qualcuno tempo fa, che con la cultura non si mangia. Ci saranno eventi strettamente culturali, altri di svago, per adulti e per bambini con appositi laboratori. Saranno quattro giorni calati nella realtà turistica del nostro territorio in un momento in cui molti hanno voglia di partecipare a rassegne e manifestazioni. Come con Con-vivere – ha concluso il presidente ricordando la Progetto srl, vale a dire lo staff della Fondazione che ha organizzato fattivamente la manifestazione-dove siamo riusciti a mettere insieme contributi finanziari provenienti dai privati, anche con Lungomare da Leggere si sta formando un buon livello di solidarietà e per questo ringrazio BPER Banca e Fonteviva».

«La scintilla è arrivata grazie a Michele Scuto (responsabile di Sm Comunicazione digitale, ndc) – dice Marco Vinchi raccontando come sia nata l’idea – sono molto legato a questo territorio: dei primi vent’anni della mia vita, quattro mesi e mezzo li ho passati qua. Per cui le radici sono profonde. Abbiamo voluto alla manifestazione non solo gli scrittori più noti ma anche chi si sta affacciando adesso: è giusto dare loro visibilità. Ci sarà Sveva Casati Modignani, la donna da 15 milioni di copie, De Cataldo, che è la prima volta che mi dice di sì. Lo conosco da anni e sto leggendo il suo ultimo libro: è difficile staccarsi da quelle pagine e per venire ha disdetto alcuni impegni già presi. E poi abbiamo pensato ai bambini: crescere leggendo dà strumenti importanti, leggere è un antidoto agli ostacoli della vita, possiamo vivere tante vite e fare esperienza. Noi vogliamo continuare a crescere, ci sono case editrici che sono veri e propri imperi, ma stanno nascendo tante case editrici e con loro i festival si stanno diffondendo».

«Ci sono due bisettrici – traccia il format della manifestazione Emanuela Mazzi – la voce degli scrittori e la voce dei lettori . Sono state coinvolte le associazioni e i volontari del territorio, ci saranno letture con musica grazie alla performance di attori e attrici e i laboratori per i bambini. Per il logo è stata scelta una barchetta fata con una pagina di libro per ricordare il senso del viaggio e del mare». L’inaugurazione sarà il 23 giugno alle ore 21 presso Villa Cuturi.