Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Un’enorme escape room: l’iniziativa del Museo Gigi Guadagnucci

In collaborazione con Aldo Giannotti

Più informazioni su

MASSA – Avete mai pensato al museo come a una grande escape room nella quale mettere in campo tutti i propri talenti? Performing the museum è un mazzo di 34 carte/istruzioni disegnate dall’artista Aldo Giannotti (http://www.aldogiannotti.com/) per il mumok MUseum MOderner Kunst Foundation Ludwig di Vienna (https://www.mumok.at/en).  I partecipanti del gioco organizzato dal Museo Gigi Guadagnucci, suddivisi in squadre, attiveranno lo spazio museale, seguendo le istruzioni dell’artista, conquistando degli score e vincendo un premio a sorpresa. I suggerimenti di Giannotti vi porteranno ad agire e interagire con il museo per vivere lo spazio solitamente deputato alla conservazione in modo dinamico e divertente.  Il gioco è adatto a tutti, adulti e bambini e si terrà il 28 novembre e l’11 dicembre alle ore 16.00 (con ritrovo alla reception alle ore 15.50).

Invece nei pomeriggi del 14 novembre, del 5 e del 19 dicembre le famiglie potranno partecipare a un laboratorio ludico-didattico e a una visita guidata con il supporto di un’interprete Lis. Mentre una visita guidata coadiuvata da una interprete LIS ma dedicata solo agli adulti è prevista per il 12 dicembre. Gli incontri sono aperti a tutti, udenti e sordi.  In entrambi i casi l’inizio dell’attività è fissata alle ore 16.00 (con ritrovo alla reception alle ore 15.50).

Ingresso e partecipazione gratuiti.  Prenotazione obbligatoria con almeno 24 ore di anticipo scrivendo a museoguadagnucci@comune.massa.ms.it. Il Museo Gigi Guadagnucci ha aperto le porte al pubblico nel 2015, in occasione del centesimo anniversario dalla nascita di Gigi Guadagnucci (Massa, 1915-2013). Grande scultore nato a Massa ma formatosi in Francia e vissuto a lungo a Parigi, Guadagnucci è stato uno dei principali maestri del marmo del XX secolo: il museo trae origine dalla donazione di un consistente nucleo di sue opere, ceduto dall’artista stesso e dalla moglie, al Comune di Massa nel 2012 con l’obiettivo specifico di aprire un museo che contenesse una selezione significativa della sua produzione. La sede, il piano terra e l’interrato della seicentesca Villa della Rinchiostra, immersa in uno splendido parco, era stata identificata quando Gigi Guadagnucci era ancora in vita: lo scultore riteneva che l’apertura di un museo potesse costituire la base per trasformare la villa in un polo dedicato alle arti contemporanee. Il Museo – allestito dagli architetti Giuseppe Cannilla e Alberto Giuliani – ospita quarantasei opere di Gigi Guadagnucci, eseguite tra il 1957 e il 2005, che documentano l’intero percorso creativo dell’artista. Per maggiori informazioni: www.museoguadagnucci.it/la-villa/.

Più informazioni su