Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Il teatro di strada e di palcoscenico a Massa-Carrara: la conferenza di Andrea Baldini

CARRARA – L’associazione Apuamater ha organizzato per il giorno 28 ottobre 2021, alle ore 17,30 presso la sala Cafaggio-Polartis in località San Martino a Carrara, una conferenza di Andrea Baldini sul tema “Teatro sul palcoscenico e teatro di strada a Massa e a Carrara alla fine degli anni sessanta del Novecento”. Con questa conferenza riprendono, dopo una pausa forzata, le attività culturali di Apuamater e riprendono con un relatore “di rango” come Andrea Baldini, straordinario conoscitore della realtà apuana e carrarese in particolare.

Nel liceo classico di Carrara, intitolato a Emanuele Repetti, egli ha studiato in gioventù ed è quindi testimone diretto di quegli eventi che saranno l’oggetto della sua relazione. Il mondo del teatro era, in quegli anni, in grande fermento, come lo era tutta la società locale e italiana. Il teatro incarnò, per molti giovani e meno giovani di quella generazione, uno straordinario spazio creativo di libertà e di sensibilizzazione. Non ci fu solamente attività di recitazione, ma anche musica autoprodotta. Si costituì un corpo di danza che vedeva protagoniste avvenenti girls dirette da una prof. davvero speciale. Si sperimentarono il cabaret e anche poesia, la commedia e il triller. Quei giovani non si fermarono neppure di fronte a Omero, Dante o Boccaccio. Seppero però guardare al teatro entrando in presa diretta anche con gli autori e con gli attori che calcano le scene dei maggiori teatri italiani del momento.

La finzione, lo scherzo, passarono con facilità estrema dalla scena alla vita reale. Proprio il liceo Repetti di Carrara costituì un laboratorio al quale dettero il loro contributo insegnanti e allievi che superata la fase del Sessantotto e degli anni che seguirono, entrarono a far parte della comunità carrarese con diverse ed importanti funzioni. Sul palcoscenico di “quel teatro”, che si intrecciava continuamente con la realtà, è passata dunque un’intera generazione di giovani carraresi, ragazzi e ragazze, che di lì a poco diverranno stimati avvocati e insegnanti, professionisti e funzionari. Ma quell’esperienza lasciò in loro una traccia forte e profonda.

Riparlarne assieme significherà, per molti, rivivere quei momenti di creatività e di speranza. Per i più giovani sarà invece un modo per entrare in contatto diretto con un’esperienza che ha segnato profondamente la generazione dei loro nonni. Il relatore, Andrea Baldini, ci parlerà di quegli attori, di quei ragazzi che hanno costruito attorno a sé un mondo fantastico. Un mondo in cui, nello spazio breve e intenso della loro giovinezza – che coincide col periodo del liceo – sono stati capaci di inventarsi una realtà parallela e diversa. Un mondo che, tra la leggerezza dei lazzi e delle battute, sapeva però tendere l’orecchio alle inquietudini che stavano cambiando il mondo. Andrea Baldini era uno di loro.