Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Da venerdì 8 ottobre ritorna Libropolis a Pietrasanta

Più informazioni su

PIETRASANTA – Per tre giorni, da venerdì 8 a domenica 10 ottobre, il chiostro di Sant’Agostino a Pietrasanta ospiterà la quinta edizione di Libropolis, il festival di editoria e giornalismo organizzato dall’associazione Libropolis con il patrocinio del Comune di Pietrasanta e in collaborazione con la rivista periodica online L’Intellettuale Dissidente e GOG Edizioni.

“Le metamorfosi del potere” sarà il punto di irradiazione della rassegna culturale che anche quest’anno offrirà al pubblico dibattiti, presentazioni di libri e approfondimenti sui grandi temi del presente con alcuni dei più noti opinionisti della scena socio-politica e culturale italiana, come Paolo Cacciari, Luisa Viglietti, Paolo Savona, Mario Sechi, Nadia Urbinati, Camilla Conti, Roger Abravanel, Guia Soncini, Stenio Solinas, Paolo Ercolani, Natalino Irti, Alessandro Sallusti, Nicoletta Iacobacci, Marco Tarchi, Francesca Bocca Aldaqre, Juri Camisasca, Davide Brullo, Andrea Zhok, Dario Fabbri, Sebastiano Caputo, Filippo Ceccarelli, Orietta Moscatelli, Giancarlo Dotto, Francesco Semprini, Walter Sabatini e molti altri ancora (in allegato il programma dettagliato delle giornate con gli orari degli incontri). Anche omaggi ad Amedeo Modigliani a Carmelo Bene.

Gli orari e le regole d’ingresso: venerdì dalle15 alle 22.30; sabato e domenica dalle 10 alle 22.30. Il festival è libero e gratuito, sarà richiesto il Certificato Verde. Prenotazioni aperte sul sito www.libropolis.org. Domande e dubbi sono da sempre la cifra di Libropolis che quest’anno propone al pubblico sei livelli di lettura del presente per riflettere insieme sulle “metamorfosi del potere” ed elaborare scenari avveniristici. All’alba del Ventunesimo secolo, l’epidemia ha accelerato un processo che appare ormai ineluttabile: il rafforzamento della tecno-democrazia.

La scena di Libropolis sarà aperta venerdì 8 ottobre alle 17 dalla conversazione su L’imbroglio del capitalismo green tra Paolo Cacciari e Thomas Fazi, mentre di Nuove frontiere della finanza: governare il mercato digitale si ragionerà alle 18.30 con altri due super ospiti: Paolo Savona e Mario Sechi. Tra le vicende dibattute c’è quella che riguarda il caso della magistratura italiana che sarà affrontata sabato 9 alle 21 da Alessandro Sallusti, mentre Roger Abravanel (sabato 11 alle 12) si occuperà di dare un nome ai “padroni dello spirito del tempo: democrazia, tecno-populismo, aristocrazia”.

Il caso Mattei avrà un posto di primo piano con il libro di Federico Mosso (sabato 9 alle 15) che dimostra “quando il potere uccide”, e sempre a proposito di potere e della sua ‘letteratura’ sarà invitato a ‘confessare’ la sua esperienza in quelle stanze il giornalista Filippo Ceccarelli (sabato 9 alle 16.15).

Libropolis è il regno del dubbio e delle domande. “Quale dissenso nell’epoca della post-democrazia?”, alla ricerca di risposte (sabato 9 alle 16.15) ci saranno Nadia Urbinati e Paolo Ercolani. Esiste un ‘deep state italiano? Si scoprirà (sabato alle 16.45) con Flaminia Camilletti, autrice di PrePotere, e Camilla Conti. Cosa c’è dopo il neo-liberismo? Proveranno a rispondere Carlo Formenti, Andrea Zhok, Carlo Paolini e Alessio Mannino (sabato 9 alle 17.45), mentre di strapotere dei giganti della rete (sabato 9 alle 18) discuterà Dario Fabbri con Guido Scorza.

Ancora, sulla scia di libri di recente pubblicazione, a Libropolis si parlerà di rigenerazione del bene comune con Giannozzo Pucci, di fake people con Maurizio Tesconi e Viola Bachini, di guerre civili con Stenio Solinas, Marco Tarchi e Alessandro Colombo, di geopolitica (domenica 11 alle 15) con l’analista Dario Fabbri, Francesco Semprini e il direttore editoriale di Libropolis Sebastiano Caputo, di Nietzsche e Islam con Francesca Bocca Aldaqre. Con Natalino Irti e Carlos D’Ercole si andrà in “viaggio fra gli obbedienti”, mentre con Davide Brullo e Juri Camisasc si andrà “nei bassifondi dell’immensità”. Moltissime altre le presentazioni di libri e i dibattiti tra arte, letteratura e idee controcorrente.

Più informazioni su