Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

“L’estate corsa”, a ottobre in libreria l’ultimo romanzo di Francesco Forlani

Più informazioni su

CARRARA – Uscirà in libreria il 7 ottobre L’estate corsa (Felici Editore, Collana Quetzal a cura di Associazione Qulture, pagg. 160), l’ultimo romanzo del poeta, traduttore e “agitatore culturale” Francesco Forlani. Una storia godibile densa di riferimenti letterari; un omaggio alla Corsica, che Nicolò Tommaseo definì “anello tra le due nazioni” e che il protagonista osserva con la juste distance nella sua interezza, cogliendone l’essenza.

La storia contiene la ricostruzione di avvenimenti, anche molto risalenti nel tempo, che hanno interessato l’isola e che il protagonista riporta alla luce attraverso ricerche condotte nella biblioteca del paese per onorare l’incarico affidatogli dal vicesindaco. Un compito alquanto bizzarro, visto che Frank, scrittore colto e virtuoso di fisarmonica, dovrà inventarsi la biografia di un personaggio mai esistito, creato dalla fantasia di un sindaco negli anni Settanta per tentare di arginare il numero di incidenti stradali in prossimità di un pericoloso tornante della strada che porta da Piana a Sartène. All’epoca, la posa di un’edicola funeraria nei pressi del famigerato grand tournant – intitolata al fantomatico eroe che proprio in quel punto avrebbe perso la vita – era riuscita a sensibilizzare gli automobilisti e a far diminuire in modo significativo il numero dei morti. Adesso, dopo trent’anni, occorre dare un nome e un volto a quell’eroe che si sacrificò sulla strada, per rendere omaggio a lui e a quel sindaco. Ed ecco che Frank, lasciati i gatti in buone mani e la casa parigina, si trasferisce in questa terra ruvida e misteriosa. Qui, grazie anche alla coinvolgente storia d’amore con la giovane Rosa, scoprirà che l’infelicità dei corsi è soltanto un luogo comune e imparerà da questo popolo, anarchico e conscio della propria storia rivoluzionaria, che le nostre percezioni non sono infallibili perché l’occji sò d’acqua.

Francesco Forlani è stato direttore artistico del magazine Paso Doble e, a tutt’oggi, della rinata rivista Sud. È redattore di Nazione Indiana e collabora con la rivista parigina L’Atelier du Roman. Ha partecipato alla redazione dei Racconti in bottiglia per Rizzoli-Corriere della Sera. Tra le sue opere pubblicate, in italiano e in francese, Métromorphoses (Le Manuscrit), Autoreverse (L’Ancora del Mediterraneo), Turning doors. La veranda di Montale (Quintadicopertina), Il peso del ciao (L’Arcolaio), Parigi, senza passare dal via (Laterza), Peli (Fefè), Manifesto del comunista dandy e Penultimi (entrambi editi da Miraggi). A Parigi insegna italiano nelle scuole della periferia parigina, esperienza da cui è nato il suo ultimo romanzo scritto in francese, Par-delà la forêt (éditions Léo Scheer).

 

Più informazioni su