Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

“Memorie di donne Apuane” alla Villa della Rinchiostra giovedì 23 settembre

Più informazioni su

MASSA – Giovedì 23 settembre, nel salotto di Teresa Pamphili nella prestigiosa Villa della Rinchiostra, la scrittrice Angela Maria Fruzzetti propone un viaggio tra “Memorie di donne Apuane 1944-45”. Parlerà di donne che vissero quel terribile periodo della nostra storia attingendo alle numerose testimonianze delle sopravvissute alle stragi nazifasciste di quella lunga estate del 1944 e ai viaggi della fame oltre la Tambura e l’Appennino. Donne e bambini, come sempre accade nei conflitti bellici, diventano bottino di guerra, ieri come oggi, ricordando la tragedia afghana in atto.

Settembre è uno dei mesi da non dimenticare: ci fu la strage di Bergiola Foscalina, la strage delle Fosse del Frigido, e nei giorni successivi il martirio di Aldo Salvetti e Mario Paolini. Settembre fu anche il mese in cui le nostre madri e nonne, nel 1944, iniziarono il cammino estenuante oltre l’Appennino, oltre la Tambura, portando un pugno di sale in cambio di farina. Parleremo di questi grandi sacrifici, di libertà e democrazia, soprattutto di pace, quella pace che ancora non abbiamo raggiunto. Presenterà la giornata, Francesca Bianchi. L’incontro sarà arricchito dalle letture sceniche di Alessandra Berti e da pezzi musicali di Marco Alberti, ispirati ai testi di Fruzzetti tra cui la storia di Mario, il neonato trovato nella neve, salvato al fronte da un americano. «Porterò anche le ultime testimonianze che man mano riesco a recuperare – evidenzia Fruzzetti -. Ultime voci che fanno memoria».

Interverrà Viola Della Pina al flauto, e l’artista Luciana Bertaccini, curatrice della Biennale Internazionale dell’Etruria (B.I.E.) Arte e Cultura contemporanea internazionale “La Lunigiana e la sua anima etrusca”, in corso alla Villa della Rinchiostra. L’evento, che ha il patrocinio del Comune di Massa e della Regione Toscana, chiude la prima sessione dell’importante collettiva di artisti provenienti da diversi Paesi esteri. L’appuntamento con la memoria al femminile è alle 17,45. L’ingresso è libero, consentito con Green pass o documento alternativo, in conformità con le vigenti normative anti Covid.

Più informazioni su