Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

A Torano Notte e Giorno vince il marmo: premio Borghetti al carrarese Gasparotti e l’argentino Cristi foto

Per la seconda volta nella storia del premio, dopo il precedente del 2018, il riconoscimento è assegnato ad ex-aequo

CARRARA – Il marmo vince a Torano Notte e Giorno. Alberto Gasparotti con l’opera “Il Fondo” e Pablo Damian Cristi con l’angelo senza ali “XVIII-III-MMXXI” vincono la 23esima edizione della rassegna di arte contemporanea promossa dal Comitato Pro Torano. Per la seconda volta nella storia del premio intitolato a Franco Borghetti (il precedente risale al 2018) , il riconoscimento è assegnato ad ex-aequo. Per Gasparotti, figlio di Carrara e del marmo, titolare di uno storico studio d’arte in viale XX Settembre, è la prima volta in assoluto, per Pablo Damian Cristi, argentino trapiantato per amore della pietra a Carrara investito dell’ambizioso progetto di realizzare il terzo Cristo Portacroce Giustinini, è una conferma dopo l’affermazione del 2019. “La giuria ha deciso di assegnare ad entrambi gli artisti il premio. E’ una decisione che non ha precedenti. Gasparotti e Cristi hanno saputo bene rappresentare la dicotomia tra sacro e profano che ha ispirato questa edizione. Le loro opere hanno una potente capacità di comunicazione. Parliamo di due artisti, due scultori, con una straordinaria propensione alla profondità. Due scuole lontane, per formazione, ma vicine come rapporto con la materia principe. Un rapporto di purezza, rispetto, ammirazione. – commenta Emma Castè, direttore artistico della rassegna – Entrambe le sculture sono state realizzate lavorando il marmo bianco di Carrara. Entrambe sono state tra le più apprezzate tra le opere in mostra dai visitatori. E’ un riconoscimento anche al loro percorso e alla loro prospettiva artistica che siamo certi essere luminosa”.

Il compito di selezionare l’artista è stato affidato quest’anno alla giuria formata da, oltre che dal presidente del Comitato Pro Torano, Aldo Canesi e dal figlio di Borghetti, Raffaele Borghetti, dagli imprenditori Nicola Giannotti e Mario Antolini, del consigliere della Fondazione Cassa Risparmio di Carrara, Roberto Dell’Amico, dal responsabile dell’area sviluppo Fiere & Congressi della Imm, Fabio Franchini, da Stefania Corsini  coordinatrice  Fondazione Marmo, dal presidente del Panathlon Carrara e Massa, Paolo Pasquali, dagli architetti Gianna Maria Bianchi e Raffaele Cappelli, dal geometra Carlo Venturini, dall’ingegnere Moreno Lorenzini, e Mario Antolini e dal docente del Liceo Artistico, Tiziana Corbani.

 “Ringrazio i giurati, tutti gli artisti che hanno partecipato – conclude Emma Castè – e naturalmente il comitato Pro Torano per lo straordinario spirito con cui ogni anno affrontano l’organizzazione di questa manifestazione che conta sulle sole forze di uomini e donne del paese. La grande visibilità sui media, che ringrazio, ci ha permesso anche quest’anno di richiamare moltissimi visitatori nel borgo, per conoscerlo, apprezzarlo, e farlo vivere. E’ stata veramente un’edizione della rinascita e della resilienza”.

Ecco tutti gli artisti di Torano: Achille Pardini, Alberto Gasparotti, Carmen Bertacchi, Dale, Elena Saracino, Francesca Menconi, Gian Carlo Pardini, Ilaria Adrastea Bertagnini, Lorenzo Maggiani, Luciana Bertaccini, Michele Monfroni, Silvana Rota, Stefano Graziano, Silvana Pianadei, Fronteacciaiocromato, Maria e Elisabetta Cori, Maria Gasparotti, Rossana Rotondi, Oxsana La, Domenico Pellegrino, Carlo Galli, Masa Paunovic, Davide Giananti, Pablo Damian Cristi, Patricia Glauser, Piergiuseppe Pesce.

La rassegna è patrocinata patrocinato dalla Regione Toscana, Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara e Fondazione Marmo, la rassegna L’ingresso è libero. Info su Facebook@ToranoNotteEGiorno.