Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Le Istituzioni Informano di La Voce Apuana - Comune di Carrara

Cordiviola, Basso e Jannello: ecco i protagonisti dei prossimi incontri di “Salotti d’Autore e Salotti di Dante”

Più informazioni su

CARRARA – “Salotti d’Autore e Salotti di Dante” sono organizzati dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Carrara, con la collaborazione della Biblioteca Civica e delle librerie Bajni, Mondadori Bookstore, Nuova Avventura e La Bottega di Aronte,  Gli appuntamenti, con inizio alle ore 21.00, si svolgono nel giardino di  Palazzo Binelli, in via Verdi 7 a Carrara, grazie all’ospitalità della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara.  L’ingresso è libero, con prenotazione obbligatoria telefonando al numero 335/8343272, da lunedì a domenica, dalle ore 18.00 alle 20.30.
Venerdì 23 luglio è in programma la presentazione del libro di Antonio Cordiviola “Nessun altro luogo al mondo” (SEA): oltre all’autore, alla serata interverranno Giacomo Bertolini del Circolo dei Baccanali e Claudio Bocchi,  Il romanzo è ambientato tra i monti: il luogo non è solo un punto geografico scelto esattamente lì, nelle Alpi Apuane, ma significa soprattutto un tempo sospeso, in cui non ci sono orologi o calendari a segnare lo scorrere degli eventi, ma solo il sorgere e tramontare del sole e l’alternarsi delle stagioni a dettare le condizioni del vivere. In questo faticoso, ma liberatorio contatto quasi totale con la natura, non mancano riflessioni sulle difficoltà dei rapporti tra i quattro protagonisti che conoscono tensioni e riconciliazioni fraterne, in una convivenza costretta a fare i conti con l’angustia, non solo fisica, della spartana “casa-rudere” che hanno scelto di abitare. Nella ricerca di risposte a conferma del loro gesto di abbandono della società, il richiamo delle famiglie, o le ferite ancora vive inflitte da amori pur finiti da tempo, scuotono a volte la serenità del gruppo e qualcuno abdicherà all’impegno preso, per seguire la propria vocazione prima dello scadere del tempo pattuito.  Antonio Cordiviola è originario di Carrara: si occupa delle applicazioni di pietre naturali in architettura e nell’ambito di questa attività ha realizzato  pubblicazioni tecniche edite da Promorama di Milano. La sua grande passione è la montagna e in particolare le Alpi Apuane di cui è un  profondo conoscitore.

Sabato 24 luglio,  Alice Basso presenta il suo “Il grido della rosa” (Garzanti); l’autrice sarà introdotta da Enrico Giuliani, libraio della Libreria Nuova Avventura. Anita Bo continua a essere la dattilografa di Saturnalia e lavorare  vicina a Sebastiano Satta Ascona. Sta per uscire un nuovo numero e questa volta le protagoniste sono donne detective, belle e affascinanti, certo, ma soprattutto brave quanto i colleghi maschi. E proprio come a loro, le basta un indizio per capire che qualcosa si nasconde dietro la morte di Gioia, ragazza madre trovata morta presso la villa dei genitori affidatari di suo figlio. Deve capire cosa è successo veramente a Gioia, anche a costo di ficcare il naso in ambienti nei quali una brava ragazza e futura sposa non metterebbe mai piede, soprattutto nella Torino del 1935. Alice Basso, dopo avere lavorato per anni con diverse case editrici, debutta come scrittrice nel 2015 con la saga di Vani Sarca, brillante e scontrosa ghostwriter che si trova a collaborare in alcune operazioni di polizia strettamente legate al mondo editoriale. Prosegue adesso con una nuova saga, una commedia storica la cui protagonista è Anita Bo, bella e caparbia ragazza nella Torino degli Anni Trenta.

Lunedì 26 luglio, i Salotti ospitano  Riccardo Jannello con il suo  libro  “Città da sfogliare (Tarka): la presentazione sarà affidata ai  giornalisti de La Nazione Alberto Sacchetti e  Enrico Salvadori.  Le ventisei città di Europa e Americhe sono luoghi conosciuti e visitatidall’autore sulla scia dell’approccio che con loro hanno avuto alcuni scrittori che vi sono nati o le hanno amate. Come scrive Marco Buticchi: “ecco la peculiarità di questa raccolta, tanto diversa da quelle che indicano la via al turista. Questa indica il pensiero al viaggiatore. E il pensiero è quello di scrittori, poeti e artisti indissolubilmente legati al territorio da diventarne parte integrante, quasiattrazione. Muoversi tra tante emozioni diventa un gioco; scoprire che cosa si cela dietro l’angolo o sul tetto di un palazzo appassiona come una caccia al tesoro in cui le protagoniste sono le parole. Sì, semplici parole che, combinate assieme, regalano al lettore una confidenza profonda con la città protagonista. Non è forse quello che noi tutti noi cerchiamo viaggiando? A spronarci la voglia diapprendere, la sete di sapere. Nessuno, meglio di chi sa donare emozioni attraverso le parole, può placare il nostro infinito desiderio dicapire”. Riccardo Jannello originario di  Massa, ha ereditato dal padre Giovanni  la passione per la scrittura e il giornalismo. Dopo la Maturità è entrato come collaboratore alla redazione locale de La Nazione. Assunto definitivamente nel 1982, ha lavorato presso la sede centrale di Firenze e gli uffici di Viareggio, Grosseto, Arezzo, Lucca, Pistoia, Siena, rimanendo al giornale fiorentino fino al 2007 con una breve parentesi nel 1988 quando ha fatto parte del gruppo di giornalisti che ha riaperto Il Telegrafo di Livorno. Successivamente è passato al Quotidiano Nazionale nella sede centrale di Bologna, arrivando alla qualifica di vice caporedattore. In pensione dal 2016, continua a collaborare con le testate del gruppo, Il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno e Quotidiano.net. Appassionato del mondo lusofono, ha pubblicato la guida Lisbona e Portogallo  e Que linda emoçao.

Più informazioni su