Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Carrara al meeting annuale delle Città Creative Unesco. Forti: «Motivo di orgoglio»

Il Comune si è aggiudicato la partecipazione alla conferenza con il progetto "Carrara Studi Aperti - Oltre il Lockdown", dedicato alla valorizzazione dei creativi e delle loro attività a supporto della comunità locale durante il primo lockdown

CARRARA – Carrara al Meeting Annuale delle Città Creative Unesco di Santos in rappresentanza dell’intero settore “Crafts & Folk Art” (artigianato e arte popolare). Tra gli oltre 90 progetti selezionati da Unesco nel corso del 2020 quali buone pratiche di risposta creativa alla pandemia, solo uno per categoria ha avuto l’onore di essere invitato alla conferenza annuale che si è tenuta ieri in modalità online, coordinata dalla Città Creativa di Santos, in Brasile.

«Questo invito è per noi motivo di orgoglio – ha detto l’assessore alla Cultura Federica Forti, intervenuta alla conferenza dopo gli interventi di rappresentanti di altre città creative Unesco del mondo quali la sindaca di Barcellona, Ada Colau e quella di Roma, Virgina Raggi -. Si tratta di un riconoscimento importante che attesta a livello internazionale la bontà della nostra proposta. Ringrazio tutti i nostri partner e la comunità degli artisti di Carrara, che ci hanno permesso di ottenere questo importante risultato».

Il progetto che è valso la partecipazione alla conferenza è quello sviluppato in sinergia con APS Oltre, “Carrara Studi Aperti – Oltre il Lockdown”, dedicato alla valorizzazione dei creativi e delle loro attività a supporto della comunità locale durante il primo lockdown. L’evento è infatti inserito nell’Action Plan presentato a UNESCO per gli anni 2017-2021 e ne è prevista un’estensione internazionale, volta a coinvolgere le altre Città del Network e realizzata anche in collaborazione con Itki Foundation USA, che Carrara ha annunciato sempre nel 2020 con il nome di “Hands at work”: video interviste ad artisti di Carrara sottotitolati in inglese; una call to action sempre aperta per la promozione di tutti i creativi di Carrara interessati al progetto: questo e molto altro ha in serbo il progetto, che prevede in una fase successiva l’apertura a tutto il network internazionale delle UCC della possibilità di essere promossi e pubblicati sulla piattaforma di progetto seguendo l’esempio dei mentori carrarini.

«Si tratta della progettualità di base che ha portato allo sviluppo dell’idea di realizzare un Forum della Città Creative a Carrara – il Creativity Forum Carrara for the UNESCO Creative Cities – – ha spiegato infine l’assessore Forti – e che porterà, in occasione di questo importante appuntamento fissato per il 24, 25 e 26 settembre 2021, alla realizzazione di una Carta di Carrara che le Città Creative di tutto il mondo potranno prendere a modello per sviluppare iniziative volte alla rigenerazione urbana dei centri storici dopo la pandemia da Covid-19 e alla Dichiarazione internazionale sul ruolo dell’Artista e dell’Artigiano nella conservazione delle identità locali».