Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Carrara Si-Cura, in centro si accendono le luci di “Rebis Atelier” foto

De Pasquale: "Andiamo a rafforzare l’appartenenza della città di Carrara al circuito delle città Creative Unesco"

Più informazioni su

CARRARA –  Una nuova apertura in centro città attraverso il progetto Carrara Si-Cura. In via Ghibellina 2/b, sabato si sono accese per la prima volta, in occasione dell’inaugurazione, le luci di “Rebis Atelier”, spazio espositivo e di progettazione di opere d’arte curato dall’artista Elena Saracino, scultrice, originaria di Udine e residente a Carrara da vent’anni. «Continuiamo a raccogliere i frutti del progetto Carrara Si-Cura – commenta il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale – un progetto che ci ha permesso di assegnare contributi pluriennali, erogati con risorse comunali e regionali, per favorire l’apertura di circa venti nuove attività. Nuove aperture significano nuovi luci in centro, più movimento, e, in questo caso ma anche in altri, nuovi stimoli sotto il profilo artistico, rivolti sia alla cittadinanza sia all’universo creativo che abita nel nostro comune. Inoltre, con Carrara Si-Cura andiamo a rafforzare l’appartenenza della città di Carrara al circuito delle città Creative Unesco, come testimonia l’iniziativa in programma al Rebis Atelier dove esporranno artiste originarie della Bulgaria, Serbia e Norvegia».

Presente all’inaugurazione dell’esposizione anche l’assessore al commercio, Daniele Del Nero: «Ho accolto questo invito con molto piacere e faccio alla curatrice della mostra e alle artiste che espongono le loro opere, i miei migliori auguri. Carrara Si-Cura è un progetto di grande valore perché capace di sostenere lo spirito di iniziativa di artisti e imprenditori che, dopo un anno come quello appena vissuto, hanno il giusto desiderio di rimettersi in campo. Se a giovarne è l’intera città, poi, il risultato è doppiamente positivo».

“Forme d’incontro” è il nome della collettiva d’arte attualmente visitabile allo spazio di via Ghibellina. Un nome scelto dalla curatrice della mostra, Elena Saracino: «Vent’anni fa ho raggiunto Carrara per frequentare l’Accademia di Belle Arti – spiega Saracino – e come molti altri ho deciso di restare anche dopo gli studi in scultura. Purtroppo, con il trascorrere del tempo, nel centro storico sono state chiuse molte attività e questo ha comportato una perdita di vitalità del territorio in termini artistici e culturali. Per questo mi ha incuriosito il progetto Carrara Si-Cura per rivitalizzare il centro storico.

L’idea di aprire uno spazio espositivo nasce anche dal desiderio di portare in questa città i tanti artisti che ho avuto modo di conoscere durante i vari simposi di scultura ai quali ho partecipato in giro per il mondo. Infatti, la prima esposizione di scultura e pittura che abbiamo in programma fino al 25 luglio è di respiro internazionale. Espongono, oltre a me, Masa Paunovic , Milena Taneva, Anne Karin Krogevoll, artiste e anche amiche. La mostra è visitabile tutti i pomeriggi escluso il lunedì dalle 16,30 alle 21. La domenica dalle 18 alle 21 fino al 25 luglio. Presso Rebis Atelier, via Ghibellina 2/b a Carrara».

Più informazioni su