Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Saverio Tommasi, scrittore e giornalista di Fanpage.it, si racconta a Villa Schiff

MONTIGNOSO – L’incontro di domenica 4 luglio a Villa Schiff con Saverio Tommasi, scrittore e giornalista di Fanpage.it, permetterà di entrare all’interno delle “parole”, del peso, dell’importanza che rappresentano, di come le usiamo, «perché una parola può ferire, ma può anche salvare. Usare le parole oggi, impiegare tempo per farle risuonare, significa non avere perso la speranza» spiega Tommasi.

«Poter iniziare nuovamente a confrontarci con autori, ritrovare una dimensione di discussione, dialogo, partecipazione dopo tutto quello che la pandemia da Covid-19 ha rappresentato e continua ad esercitare sulle nostre vite non può che essere motivo di soddisfazione e di gioia – ha detto l’assessora Eleonora Petracci – l’appuntamento di domenica sarà stimolante per le tematiche e i contenuti che verranno affrontati e rappresenta un primo passo per rivivere la cultura in modo condiviso, di nuovo insieme».

«Parlare di autismo significa aiutare tutti coloro che ne sono colpiti e le loro famiglie perché soltanto comprendendo questo disturbo si possono creare le basi di nuove forme di sostegno e di aiuto – ha detto l’assessore Giorgia Podestà – parlare e condividere sono i primi passi per superare disagi e dolori troppo spesso nascosti». L’incontro è stato realizzato grazie alla collaborazione tra il Comune di Montignoso, Autismo Apuania Onlus e il Coordinamento toscano associazioni per l’autismo.

«Per le persone con Autismo la parola, l’espressione orale, l’espressione del volto sovente rappresentano il problema più grande nella relazione con gli altri – spiega Roberto Marrai, Presidente di Autismo Apuania Onlus – gli specialisti di settore distinguono gli autistici tra “verbali” e “non verbali”. Saverio Tommasi con le parole ci sa veramente fare.Non è una persona con Autismo ma conosce bene questo mondo al quale si è avvicinato con discrezione e verso il quale ha dimostrato una grande sensibilità. Basti pensare alla diretta Facebook da lui condotta lo scorso 2 aprile per la Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo. Ebbene averlo tra noi, stare insieme a lui per parlare di “parole” sarà veramente un piacere, un’occasione d’oro per affrontare con il giusto garbo parole come disabilità, lavoro e amore».